Alluminio trasparente, i prossimi dispositivi saranno indistruttibili!

Silvia
4 Nov 2015

In passato alcune aziende ci hanno stupito introducendo materiali sempre più resistenti per la realizzazione degli schermi dei dispositivi mobili, ultima fra queste è stata Apple ad introdurre su Apple Watch il vetro in zaffiro che garantisce una maggior protezione e resistenza contro urti e graffi, ma ora grazie ad una recentissima scoperta le cose potrebbero cambiare sensibilmente.

alluminio_trasparente

 

E’ arrivato un prodotto speciale, si chiama alluminio trasparente ed è in grado di non infrangersi anche se vengono inflitti colpi violenti. Sembra un banale vetro ma è più leggero ed ha un altissima resistenza, al punto tale che i dispositivi che lo implementeranno saranno indistruttibili.

Il Dr. Jas Sanglera, a capo della divisione speciale della US Naval Research Laboratory, è lo scienziato che ha scoperto e ricreato in laboratorio la speciale lega di magnesio alluminato che rende il composto trasparente e facilmente manipolabile come il vetro. E’ possibile lavorare il minerale e realizzare fogli sottilissimi, ma al contempo resistenti, che possono essere tagliati su misura con speciali macchinari laser in grado di “passare” fra le molecole della speciale lega.

Il ricercatore Sanglera non vede impiegato l’alluminio trasparente solo per i futuri dispositivi mobili, nonostante si mormori che i primissimi clienti che vogliono accaparrarsi per primi questa tecnologia siano nel settore della tecnologia mobile, ma la sua visione è quella di vedere l’alluminio trasparente impiegato anche nei veicoli, in quanto la lega è sviluppata per assicurare una maggior tenuta e stabilità ai cristalli delle automobili.

Lo speciale vetro in alluminio trasparente è anche anti proiettile, infatti la ricerca è stata condotta per sviluppare un impiego in ambito militare, lo speciale vetro andrà ad assicurare il volto dei militari dislocati in zone considerate ad alto rischio, quindi saranno muniti di eletti con visiere protettive realizzate con questo nuovo ritrovato.

Il processo produttivo e tutti i possibili impieghi dell’alluminio trasparente, sono dettagliatamente illustrati nel documento ufficiale rilasciato dal ricercatore Jas Sanglera che puoi leggere qui.


1 Commento

  1. L’articolo ha una pecca, il materiale descritto non è ALLUMINIO (come qualcuno erroneamente scrive), ma un MINERALE CERAMICO chiamato “SPINELL” {spin-ELL}, Magnesium Aluminate. (MgAl.2.O.4) trattato per essere duro come un’armatura, ovvero come un metallo, ma che ha capacità refrattorie come un vetro.

    INFO WIKIPEDIA:
    L’alluminio si estrae principalmente dai minerali di bauxite.
    Gli antichi greci e romani usavano l’allume che era prodotto dalla lavorazione dell’ALUNITE, un solfato d’alluminio che si trova in natura. Dal Latino alumen, alum, sale amaro, poi modificato in aluminium, quindi in alluminio.

    Cercando cercando, ho trovato che su WIKIPEDIA hanno sbagliato la dicitura del materiale (fosse la prima volta), e erroneamente anche loro hanno scritto “Magnesium Aluminium” MgAl2O4, capite bene che c’è qualcosa che non cocorda; “Magnesium Aluminate” questa è la dicitura corretta.

    Da qui qualcuno ha pensato che fosse ALLUMINIO…

    Scavate a fondo NON fermatevi all’apparenza e in fondo troverete la Verità.

Lascia la tua opinione