Avviare VirtualBox in automatico come un servizio Windows

Silvia
23 Mar 2014

Virtual Box, l’ormai noto software per la virtualizzazione targato Oracle, come tutti sapete non ha la possibilità , al pari di altri tool molto più famosi, di avviarsi come un servizio di windows in background. Questo rappresenta un limite se pensiamo al fatto che bisogna avviarlo ad ogni boot della vostra macchina,  rendendo il processo molto scomodo. Lo scopo di questa guida è ovviare a questo problema grazie ad un piccolo software che risiede in tray icon, chiamato VBoxVmService.

  • Scarichiamo e installiamo il setup da questo link 
  • Una volta installato occorre configurare il file .ini in modo da settare quali macchine partiranno all’avvio del sistema operativo, per settare il file di configurazione bisogna stabilire quali macchine si vogliono far partire in automatico alla voce [Settings] settiamo :

VBOX_USER_HOME=C:\Users\(il vostro nome utente di windows)\.VirtualBox

  • Scriviamo tante voci  [Vmx] quante le macchine che si vogliono far partire in automatico, per questa guida ne abbiamo settata 1 per cui avremo:

            [Vm0]

            VmName=Windows 7 (il nome della macchina virtuale case sensitive, fate attenzione altrimenti la macchina non partirà)
ShutdownMethod=savestate (il metodo di chiusura della macchina, possiamo scegliere savestate o power off completo, la differenza sostanziale sta nel fatto che  salvando lo stato, la macchina viene

congelata nello stato in cui si trovava, power off viene spenta del tutto.)
 AutoStart=yes ( Vale yes nel caso in cui la macchina virtuale si deve avviare in automatico, vale no il contrario)

Dopo aver compilato correttamente il .ini, riavviamo il nostro pc , se tutto è stato configurato bene virtual box si avvierà come servizio in background, a conferma di ciò noteremo nella taskmanager i processi :

VBoxHeadless.exe

VBoxSVC

Nel caso in cui non dovesse funzionare, abbiamo a disposizione due strade da percorrere , la prima è quella di leggere il file log nella cartella C:\vms\VBoxVmService.log dove vengono registrati eventuali errori. La seconda possibilità è quella di avviare tramite prompt dei comandi, il file C:\vms\VmServiceControl.exe . Questo file ci permette di avere maggiori informazioni sullo stato delle macchine virtuali, a seconda del parametro che andremo a scrivere dopo l’eseguibile:

VBoxVmService

 


Lascia la tua opinione