Chrome 63 per android è ufficiale: le novità

Tommaso Lenci
6 Dic 2017

Google ha ufficializzato Chrome 63 per Android: ecco le principali novità che troverete nel nuovo aggiornamento del browser mobile.

Google Chrome 63

Normalmente Google negli ultimi tempi ci ha abituato in rilasci di aggiornamenti per il proprio brower internet Chrome prima per sistemi operativi destinati alle piattaforme PC e MAC e solamente dopo per dispositivi mobili.

Questa volta però il colosso americano ha confermato che Chrome 63 per Android è stato rilasciato, anche se al momento gli utenti non possono scaricarlo dal Play Store.

Chrome 63 per Android è ufficiale: ecco cosa cambia

Molto probabilmente il rollout dell’aggiornamento alla versione 63 (seriale completo 63.0.3239.83) inizierà a livello internazionale nei prossimi giorni, e nelle prossime settimane raggiungerà tutti gli utenti a livello mondiale.

Al momento quindi la notifica di aggiornamento arriverà ad un piccolo numero di utenti Android, molto probabilmente perché Google vuole effettuare dei test di sicurezza.

Per quanto riguarda le novità introdotte su Chrome 63, il change-log di Google non è stato particolarmente esauriente ma ci sono lo stesso alcune informazioni.

Per prima cosa la versione 63 migliorerà il sistema di auto-compilazione all’interno della barra degli urls, per migliorare la ricerca di siti web o determinate frasi o parole.

Inoltre ci sarà un ottimizzazione generale nell’uso della memoria ram durante la navigazione sul web.

Il nuovo sistema di gestione chiamato Device Memory JavaScript API capirà meglio quanta ram è necessaria per visitare un sito web, in modo tale che il dispositivo la potrà ottimizzare per migliorare l’esperienza di navigazione (più veloce, meno ricaricamenti).

Chrome 63 porta con se altri miglioramenti generali, che riguardano le prestazioni e la stabilità, ma in questo caso Google è rimasta sul vago.

Sfortunatamente non c’è ancora il supporto ai video con tecnologia HDR, una nuova funzionalità che dovrebbe essere introdotta in futuro sul browser mobile di Google.

Fonte: Blog ufficiale Google

Lascia la tua opinione