Cinque pazzi Droni di cui forse ignori l’esistenza

Jessica Bolognini
10 Apr 2014


5 pazzi droni che in futuro potrebbero  invadere i nostri cieli. Eccitati o spaventati?

Probabilmente la rivoluzione avvenuta nel famoso film “Io, Robot” non è lontana. Il cielo sarà presto costellato da infiniti droni pronti ad intervenire in caso di comportamenti scorretti o, chissà, semplicemente per ribellarsi all’essere umano. Per ora, ovviamente, sono tutti servizi che hanno un utile scopo e le persone non possono non apprezzare il loro impiego, anche se un po’ di timore e più che giustificato.

In questo articolo vogliamo mettere in evidenza cinque tipi di Drone di cui probabilmente ignorate ancora l’esistenza.

1. The Facebook Drone

Partiamo con un progetto lanciato da Facebook: internet.org. Quasi sicuramente saprete che il team blu capeggiato dal famoso Mark Zuckerberg ha intenzione di rendere Internet accessibile ai due terzi della popolazione mondiale che per il momento non sono ancora connessi. Come lo faranno? Tramite speciali droni ad energia solare.

2. The OpenROV

Un drone open-source sottomarino lanciato da OpenROV e finanziato tramite Kickstarter. Il progetto voleva raccogliere appena 20.000 dollari, ma alla fine della campagna l’incasso superava i 110.000 dollari. L’obiettivo? Esplorare l’oceano tramite questo sottomarino robotizzato. Chiunque può utilizzarlo, montarlo e potenziarlo grazie al KIT fai da te.

3. Project C.U.P.I.D.

Ed ecco un Drone che ci trasporta quasi nel mondo di Io, Robot. C.U.P.I.D. (Chaotic Unmanned Personal Intercept Drone) è un esperimento presentato recentemente, questo drone può sparare dei dardi taser per bloccare eventuali malintenzionati. Il video è abbastanza inquietante e ci trasporta quasi in un episodio di Falling Skies!

4. The AirPenguin

La società tedesca Festo è specializzata nella costruzioni di droni che prendono ispirazioni dagli animali. Questa volta parliamo di AirPenguin, uno speciale drone a forma di pinguino che può muoversi liberamente in uno spazio definito. L’azienda ha anche creato SmartBird (drone simile ad un gabbiano) e BionicOpter (simile ad una farfalla).

5. Flocking Quadcopters

Un gruppo di ricercatori ungheresi ha creato 10 droni che possono volare in contemporanea e di organizzare autonomamente il proprio volo. Questi speciali robot potranno finanche aspettare “il loro turno” e in futuro potranno trasportare cose come cibo o posta.

Via

Lascia la tua opinione