Come Android O 8.0 migliora la durata batteria, sicurezza, stabilità e prestazioni

Tommaso Lenci
17 Mag 2017

Ecco come il prossimo Android O 8.0 migliorerà la durata della batteria, la sicurezza, la stabilità e le prestazioni generali: i primi dettagli.

Android O 8.0 novità

Il sistema operativo Android è sicuramente il software più utilizzato a livello mondiale sui dispositivi mobili come smartphone e tablet, ma al momento non è ancora ritenuto il software più sicuro e stabile sul mercato.

Per questo Google con la prossima versione Android O (forse si chiamerà Oreo) 8.0 cercherà di migliorare sensibilmente questi aspetti e altro, come ad esempio la durata la batteria e le prestazioni generali.

Android O: ecco i miglioramenti che introdurrà Google

Sicurezza

Il primo aspetto sensibilmente migliorato riguarda la sicurezza del dispositivo Android attraverso un controllo a monte delle applicazioni raddoppiando gli sforzi e le risorse disponibili per tale compito.

Al momento gli algoritmi di Google scansionano più di 50 miliardi di applicazioni al giorno per individuare eventuali software pericolosi o dannosi per gli smartphone con sistema operativo Android.

Con Android O 8.0 questo processo di controllo sarà migliorato introducendo nel Play Store il Google Play Protect.

Tale progetto, visionato oggi in demo durando il Google I/O, permetterà all’utente di conoscere quando e se un’applicazione è stata scansionata, e di attivare una scansione manuale a seconda delle proprie esigenze su applicazioni ritenute sospette.

Non è ancora chiaro se però le applicazioni che saranno installate manualmente (tramite file APK) verranno lo stesso scansionate e monitorate.

Prestazioni

Android O apporterà anche miglioramenti dal punto di vista delle prestazioni, sopratutto nei tempi di avvio delle applicazioni e nel boot del telefono.

Per esempio Google ha mostrato che la nuova versione 8.0 permette di ottenere prestazioni migliori del 119% sull’applicazione Google Sheets rispetto alle precedenti versioni di Android.

Google ha sottolineato che tali risultati sono stati ottenuti modificando il codice del sistema operativo e non quello dell’applicazione.

Autonomia batteria e stabilità

Altro obbiettivo importante di Android O è quello di aumentare l’autonomia della batteria e ridurre in consumo di memoria ram attraverso l’ottimizzazione della gestione delle applicazioni e dei servizi in background.

Per questo metterà a disposizione degli sviluppatori la così detta Play Console Dashboards che permetterà a quest’ultimi di individuare più facilmente le cause di consumo eccessivo della batteria, problemi di stabilità o interfaccia lenta.

Da quello che sappiamo Android O 8.0 dovrebbe fare il suo debutto ufficiale appena dopo l’estate, nei primi giorni di settembre a fianco dei nuovi smartphone top di gamma, i nuovi Google Pixel 2; staremo a vedere.

Lascia la tua opinione