Galaxy Note 7, introdurlo a bordo di un aereo è reato

Silvia
17 Ott 2016

Alitalia, la nostra compagnia aerea di bandiera, ha diramato ieri un comunicato che vieta di salire a bordo degli aeromobili della sua flotta con un Galaxy Note 7. Questa decisione è derivata dall’ultimo incedente trascorso dove un aereo della SouthWest ha dovuto affrontare un’atterraggio d’emergenza a causa dell’esplosione di un dispositivo Samsung.

Galaxy Note 7

Anche altri operatori di Volo del nostro paese ed Europei si stanno adeguando alla nuova normativa di sicurezza mentre le autorità stanno prendendo seri provvedimenti verso i trasgressori.

Alcuni utenti che hanno acquistato un Galaxy Note 7, nonostante la pericolosità di utilizzare il dispositivo dichiarata anche da parte dell’azienda stessa, hanno deciso di trattenere il dispositivo come un pezzo da collezione in quanto sul mercato a breve verranno ritirate tutte le unità.

Ciascuno ovviamente i libero di agire in totale libertà purché non si metta a rischio la sicurezza e la salute di altre persone. Alla luce di questi casi che fortunatamente sembrano essere isolati, la Federal Aviation Administration (FAA) ha ufficialmente vietato di introdurre i dispositivi Samsung Galaxy Note 7 su tutti gli aerei. Di conseguenza anche le autorità per fare in modo che la legge venga rispettata, hanno deciso di punire i trasgressori con una pena esemplare, chi viene ritrovato a bordo con un Note 7 è ritenuto colpevole di crimine federale.

Poiché si tratta di un ordine ufficiale i passeggeri che portano intenzionalmente un Galaxy Note 7 a bordo di un aereo sono soggetti a sanzioni civili di 179.933 $ e se il reato diventa recidivo, si rischia la reclusione per un massimo di dieci anni.

Nessuna scusa per i passeggeri più distratti, in tutti gli aeroporti infatti, ai banchi del check-in e prima dei controlli da parte delle autorità per l’imbarco, appositi cartelli e comunicazioni vengono esposti con la chiara avvertenza di consegnare il dispositivo al personale addetto per la messa in sicurezza

Source


Lascia la tua opinione