Galaxy Note 8 gli ultimi rumors tecnici sulla doppia fotocamera posteriore

Tommaso Lenci
18 Mag 2017

Secondo recenti rumors il prossimo Samsung Galaxy Note 8 utilizzerà una doppia fotocamera posteriore con zoom ottico 3X: i dettagli.

Galaxy Note 8 rumors

Ormai moltissimi dispositivo mobili top di gamma utilizzano la doppia fotocamera posteriore come principale valore aggiunto per la multimedialità: iPhone 7 Plus, LG G6, Huawei P10 sono solo alcuni esempi famosi.

All’appello dei più famosi produttori al mondo di smartphone con doppia fotocamera posteriore manca ancora Samsung, che come sappiamo presto dovrebbe presentare il suo Galaxy C10, il primo con tecnologia dual camera per l’azienda coreana.

Ma il prodotto più atteso rimane sempre il prossimo Galaxy Note 8, il successore dello sfortunato Galaxy Note 7, e il primo top di gamma Samsung che utilizzerà la doppia fotocamera posteriore.

Galaxy Note 8: i primi dettagli tecnici sulla doppia fotocamera posteriore?

Oggi sono stati diffusi sul web nuove informazioni tecniche sul comparto fotografico di questo phablet top di gamma.

Secondo quanto affermato dalle voci di corridoio il Galaxy Note 8 utilizzerà due sensori: uno da 12 megapixel con lenti grandangolari e un sensore da 13 megapixel con teleobiettivo e lenti che permetteranno di effettuare uno zoom ottico 3X senza perdere qualità.

Ovviamente l’utilizzo di uno o dell’altro sensore fotografico dipenderà dal soggetto e dallo sfondo che vogliamo fotografare, consentendo quindi un effetto bokeh sicuramente sorprendente.

Con l’espansione degli smartphone che utilizzano la tecnologia dual camera, la produzioni di sensori fotografici che possono combinarsi tra di loro sarà sicuramente uno dei principali valori aggiunti per i prossimi prodotti top di gamma del 2017.

Per questo Samsung non vuole rimanere indietro e tornerà alla ribalta del mercato con nuovi prodotti: il primo sarà il Galaxy C10 (molto probabilmente destinato al mercato asiatico), e poi arriverà il Galaxy Note 8 per i consumatori più esigenti a livello internazionale.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione