Huawei Roadmap 2018: gli smartphone in arrivo il prossimo anno

Tommaso Lenci
27 Dic 2017

La roadmap 2018 degli smartphone (e accessori) Huawei per il 2018 è stata svelata: ecco le novità che possiamo aspettarci per il prossimo anno.

Huawei Roadmap 2018

Alla fine di ogni anno tutte le più importanti aziende produttrici di smartphone e altri dispositivi mobili hanno sicuramente già programmato la roadmap per l’anno successivo.

Ed effettivamente Huawei l’ha già fatto presentando la propria roadmap durante un evento, evidenziando quali saranno le principali novità che potremo vedere nel 2018.

Huawei Roadmap 2018: le novità con smartphone e accessori in arrivo il prossimo anno

Da quello che possiamo capire, non è facilissimo dalle sigle capire che tipo di prodotti saranno, nel primo quadrimestre 2018 ci sarà una più ampia diffusione e commercializzazione dei nuovi Huawei Mate 10 Pro e Mate 10 Lite.

A questi due smartphone top di gamma si aggiungeranno altri tre smartphone: si tratta dei progetti Maya, Salina e arriverà un nuovo Honor (progetto 1).

Nella fascia dedicata al fitness sempre nel primo quadrimestre faranno capolino sul mercato nuovi accessori come la Huawei A2 Band, la Huawei 360 Camera, un altro accessorio progetto Scale e un router wireless B618.

Per gli amanti della serie P, nel secondo trimestre del 2018 saranno presentati tutti i nuovi Huawei P, P Plus e P Lite (non sappiamo quale sarà il nome ufficiale comunque), insieme ad un altro smartphone Honor 2 e molto probabilmente un altro router wireless modello B525.

Nel terzo trimestre 2018 l’azienda cinese presenterà un altro smartphone della gamma Honor (Progetto numero 3), mentre a fine 2018 (nell’ultimo trimestre del prossimo anno) arriveranno i nuovi smartphone della serie Mate e Mate Pro insieme ad un quarto smartphone del brand Honor.

Come potete vedere voi stessi non ci sono ulteriori informazioni a riguardo tutti questi prodotti, che comunque saranno svelati piano piano attraverso voci di corridoio e informazioni ufficiale nei prossimi mesi.

Ovviamente non si tratta ancora di un comunicato ufficiale, quindi prendete tutte queste informazioni ufficiose con un certo distacco intellettuale.

Lascia la tua opinione