iPhone 7 Plus batte Galaxy S8 e LG G6 nel test velocità sulle applicazioni

Tommaso Lenci
22 Apr 2017

Apple iOS e l’iPhone 7 Plus si confermano ancora i più veloci nel test velocità sull’utilizzo delle applicazioni superando Galaxy S8, LG G6 e altri due smartphone.

Galaxy S8 e LG G6 battuti da iPhone 7 Plus nel test velocità

Molti di voi prima di comprare uno smartphone top di gamma si chiederanno: “Ma quanto è veloce nell’uso comune?” Le applicazioni sono rapide ad aprirsi, la gestione della memoria funziona bene?”.

Queste ed altre domande possono essere soddisfatte semplicemente guardando un video che paragona l‘iPhone 7 Plus e il suo sistema operativo IOS con i più recenti due smartphone android Nougat top di gamma: il Galaxy S8 e LG G6.

Per avere un quadro ancora più completo il tester ha voluto inserire pure il Google Pixel e l’OnePlus 3T che secondo AnTuTu era considerato lo smartphone android più veloce nel 2016.

Galaxy S8 e LG G6 perdono il confronto con iPhone 7 Plus nel test sulla velocità delle applicazioni

Il test che vedrete nel video consiste nel cronometrare il tempo in cui lo smartphone impiega ad aprire una sequenza esatta di applicazioni e video games, per poi dopo un primo ciclo tornare ad effettuare la stessa manovra una seconda volta.

Nel primo ciclo si ha un idea di come sia veloce lo smartphone ad aprire per la prima volta l’applicazione e di come la inserisce nella memoria RAM, mentre il secondo ciclo serve a capire come lo smartphone è capace di gestire la memoria ram già occupata (o caso mai dovrà ricaricare da capo l’applicazione).

Il risultato del test in termini di tempo

La prima prova evidenzia che l’iPhone 7 Plus riesce a distanziare anche i più moderni smartphone Android, come Samsung Galaxy S8 e LG G6, non di pochi secondi ma addirittura di qualche minuto.

Sembra che la differenza sia dovuta sostanzialmente alla capacità del top di gamma di Apple di caricare i video games più velocemente (forse la differenza di risoluzione del display incide?).

Tra gli smartphone Android il Samsung Galaxy S8 è il più veloce di tutti, seguito a distanza di poco più di 20 secondi dal LG G6; poi abbiamo l’OnePlus 3T e per ultimo il Google Pixel non troppo distanziati.

Il secondo passaggio stupisce ancora di più: l’iPhone 7 Plus riesce a ricaricare tutte le applicazioni in appena 33 secondi, pur avendo il quantitativo di memoria ram più basso della categoria (3GB).

Sembra infatti che gli smartphone Android abbiano qualche problema di troppo nel ricaricare alcune applicazioni (alcuni errori di memoria satura rallentano il caricamento di tutte le applicazioni) e vengono ulteriormente distanziati.

L’unico del gruppo che riesce a tenere discretamente bene il passo dell’iPhone 7 Plus è l’OnePlus 3T, che dalla sua ha il vantaggio di montare 6GB di memoria ram.

Perché l’iPhone 7 Plus è ancora il più veloce e surclassa in questo test Galaxy S8 e LG G6?

Forse da questo test si evidenzia che le applicazioni su Apple iOS sono programmate e ottimizzate meglio, oltre al fatto che il sistema operativo iOS dell’azienda di Cupertino ha una capacità di gestione della memoria ram veramente ben fatta.

Il sistema operativo Android forse non gode di un livello di programmazione delle applicazioni buono come accade su iOS, e questo si nota nel fatto che la memoria ram si saturata più velocemente: per questo Android sulla carta offre prestazioni superiori nel multitasking con quantitativi di ram più elevati.

Il consumo di memoria ram può essere influenzato anche dalla personalizzazione dell’interfaccia eseguita dai vari produttori di smartphone, anche se quest’ultimo fattore non sembra essere particolarmente dannoso (Google Pixel infatti è Nougat Standard eppure arriva ultimo).

Questa è solo una nostra supposizione, considerando il fatto che GeekBench evidenzia prestazioni più elevate del Chipset A10 rispetto allo Snapdragon 835 e allo Snapdragon 821, ma non così elevate da giustificare le differenze in questo test di velocità.

Ovviamente si tratta di una dimostrazione estrema, dato che difficilmente un utente “normale” utilizza contemporaneamente un così grande numero di applicazioni in pochi minuti.

Lascia la tua opinione