Meizu M5S compare su TENAA: le specifiche hardware svelate

Tommaso Lenci
26 Dic 2016

Il futuro Meizu M5S compare nel database del sito di certificazione cinese Tenaa: ecco le specifiche hardware principali e le prime immagini svelate.

Meizu M5S svelato: specifiche

Sembra che la società cinese Meizu, che ultimamente ha fatto un ulteriore salto di qualità in Italia dato che i suoi prodotti si possono acquistare anche nella grande distribuzione, presto lancerà sul mercato cinese (e forse anche in quello del nostro paese) un nuovo smartphone.

Meizu M5S: nuovo smartphone di fascia media in arrivo?

Stiamo parlando del Meizu M5S, nome in codice aziendale M612Q/M612M (entrambi con le stesse specifiche), che è stato identificato nel database di Tenaa.

Il dispositivo utilizza un display da 5.2 pollici di diagonale con risoluzione HD 1280 x 720 pixel, e monta un chipset Octa-Core funzionante alla frequenza di 1.3 Ghz abbinato a 2 o 3GB di memoria ram.

La memoria interna, che dovrebbe variare a seconda del quantitativo di memoria ram, può essere di 16/32 o 64GB.

Dal punto di vista multimediale Meizu M5S dovrebbe utilizzare una fotocamera posteriore da 13 megapixel e una fotocamera anteriore da 5 megapixel: nello standard dell’azienda cinese.

Il dispositivo dovrebbe avere dimensioni 148.2 × 72.53 × 8.4mm e un peso complessivo di 138 grammi; il tutto viene alimentato da una batteria interna da 2930 mAh, mentre come sistema operativo troviamo Android Marshmallow con interfaccia personalizzata da Meizu.

Meizu M5S dovrebbe essere disponibile sul mercato, data e prezzo però ancora sconosciuti, in 3 varianti di colore: grigio, oro, e oro rosa.

Seppure non ci sono informazioni ancora dettagliate su quando il nuovo smartphone di fascia media di Meizu verrà commercializzato in Cina, di solito dopo la certificazione Tenaa passano al massimo 2 o 3 settimane prima dell’annuncio del prodotto.

Molto probabilmente il Meizu M5S sarà annunciato entro la fine del mese di gennaio del prossimo anno, e ci sono buone possibilità di vederlo anche in Italia a partire da febbraio 2017: ovviamente sono solo nostre supposizioni e non c’è ancora nulla di certo.

Lascia la tua opinione