Mercato delle GPU in positivo ma AMD è in calo

Tommaso Lenci
23 Feb 2014

La diffusione di tablet smartphone e altri dispositivi che ci permettono di eseguire tutte le operazioni che fino a qualche anno fa venivano eseguite dal nostro PC, e anche molte altre, hanno portato un declino lento, e secondo alcuni inesorabile, del mercato dei personal computer, ormai superati dalla tecnologia mobile, ma le statistiche di Jon Peddie Research hanno messo in evidenza delle singolari contraddizioni con un calo delle vendite di AMD rispetto a Nvidia e Intel.

AMD

Jon Peddie Research ha recentemente reso pubbliche le statistiche inerenti, il numero di chip grafici per Pc che sono stati distribuiti nell’ultimo trimestre del 2013, e la cosa che senza dubbio viene subito a farsi notare è il risultato inerente alle GPU che nonostante il declino del mercato dei PC è comunque positivo, e questo “anomalo” risultato si era già presentato nel trimestre precedente.

Non si può dire la stessa cosa dei chip grafici il cui tasso di crescita annuale è in negativo anche considerando un arco temporale che va dal 2013 al 2017, mentre per quanto riguarda le GPU, le previsioni per il 2017 danno un declino dell’1,3 % con circa 422 milioni di unità vendute.

La statistica ha messo a confronto anche diversi produttori e ha evidenziato che AMD ha un declino di ben il 10,4% sulla distribuzione di GPU rispetto al precedente trimestre, le cose però vanno molto meglio per Nvidia e Intel che rispetto al terzo trimestre del 2013, immettono sul mercato rispettivamente il 3.4% e il 5,1 % di unità.

La spiegazione a questi dati secondo Jon Peddie Research è da ricercare nel ridotto utilizzo di notebook che utilizzano le APU o le GPU discrete che AMD offre, al momento i PC da gioco sono una delle poche risorse che evita il totale crollo di vendite dei Personal Computer, e anche se entro il 2017 il mercato delle GPU andrà in declino al momento, i PC da gioco mantengono questo segmento in positivo.

I dati presi in analisi da Jon Peddie Research però non tengono conto degli smartphone e dei tablet su architettura ARM, ma solo di PC, computer portatili e tablet con architettura x86.

 

Lascia la tua opinione