Pascal: la nuova generazione GPU Nvidia

Jessica Bolognini
26 Mar 2014


Pascal: la nuova generazione GPU Nvidia

 

Porterà il nome del famoso matematico e filosofo francese del 17° secolo, la prossima generazione di GPU Nvidia che sostituirà l’attuale Maxwell, e sarà più piccola, più veloce e più efficiente.

 

A confermarlo è il CEO del Green Team che, capitanato da Jen-Hsun Huang, offre una panoramica dettagliata riguardo le potenzialità dell’innovativo Pascal.

 

Le novità più allettanti sono principalmente tre, ed includono il processo produttivo battezzato come 3D chip-on-wafer, l’integrazione di una memoria unificata e il sistema di interconnessione NVLink.

 

In particolare, attraverso il sistema 3D chip-on-wafer, diventerà possibile impilare più chip, l’uno sull’altro: questo, può ovviamente tradursi come un packaging più piccolo e contenuto, ma tuttavia maggiormente performante in termini di produttività ed efficienza. Il risultato stimato è infatti quello di un significativo incremento della bandwidth, una capacità di memoria raddoppiata e un’efficienza energetica quadruplicata.

 

La memoria unificata permetterà, invece, una migliore comunicazione con i processori, resa così più semplice e veloce: quest’ultima, infatti, consentirà di eliminare, per gli sviluppatori, la necessità di dividere le risorse fra CPU e memoria della GPU.

 

Da segnalare, infine, NVLink, il nuovo socket per scheda video introdotto su Pascal. Se i computer di oggi sono appunto vincolati dalla velocità di trasferimento dati fra CPU e GPU, il nuovo sistema di interconnessione permetterà invece di mettere il turbo al flusso dei dati, incrementando quest’ultimo a più di 80 GB al secondo, contro i 16 GB al secondo attualmente disponibili.

 

Certo, le innovazioni sono svariate e piuttosto appetibili, tuttavia per acquistare un qualsiasi dispositivo Pascal-powered, occorre armarsi di pazienza: Nvidia, infatti, ha già ammesso che la produzione su larga scala della nuova GPU non avverrà prima del 2016.

Lascia la tua opinione