Samsung Exynos 8890 il nuovo re dei Benchmark?

Tommaso Lenci
16 Nov 2015

Il nuovo chipset Samsung Exynos 8890 destinato ai dispositivi mobili top di gamma dell’azienda coreana sarà il nuovo re dei Benchmark prestazionali?

Exynos 8890

Molti esperti di hardware e software sanno benissimo che ogni nuovo anno porta con se sempre migliorie tecnologiche nel panorama dei dispositivi mobili, settore e mercato che mantiene un alto volume di vendite (in costante crescita anche se limitata).

Nel 2016 come già detto in un precedente articolo, arriverà sul mercato il nuovo chipset personalizzato da Samsung, ovvero l’Exynos 8890, che sarà installato principalmente sui prossimi dispositivi top di gamma dell’azienda coreana come l’attesissimo Galaxy S7.

Samsung Exynos 8890 i primi Benchmark a confronto

Exynos 8890 non sarà di certo l’unico chipset top di gamma che sarà lanciato sul mercato nelle prime settimane del 2016: a questo si aggiungeranno il Kirin 950 di Huawei, lo Snapdragon 820 di Qualcomm e il nuovo Mediatek Helio X30 (anche se quest’ultimo rimane ancora un rumors).

Exynos 8890 sulla carta però sembra essere già stato indicato dagli esperti dei Benchmark, come il chipset più potente che sarà commercializzato almeno nella prima metà del 2016: alcuni dati provenienti direttamente da una fonte residente in Cina affermerebbero che il chipset Samsung sarà il re della sua categoria.

Da quello che è trapelato si evince che Samsung Exynos 8890 nel Benchmark GeekBench3 riesce a raggiungere l’altissimo punteggio di 7400, superando di netto tutta la concorrenza; sotto di lui troviamo infatti  il Mediatek Helio X20 (già presente sul mercato) con 6500 punti, poi il Kirin 950 con 9400 punti e infine lo Snapdragon 820 con 5300 punti (anche se quest’ultimo dovrebbe funzionare ad una frequenza più alta rispetto a quella provata nei test).

Questo documento indica anche il punteggio del chipset A9 di Apple (quello montato su iPhone 6S e 6S Plus) che pur essendo solamente un dual core raggiunge comunque i 4436 punti.

Vi ricordo comunque che si parla innanzitutto di dati non ancora ufficiali e prelevati da un unico Benchmark, e per questo le informazioni dei grafici non possono rappresentare al 100% le reali potenzialità dell’hardware installato sui terminali; sta di fatto comunque il 2016 sarà ricco di miglioramenti prestazionali non indifferenti.

Lascia la tua opinione