Tren Micro: L’italia è la terza nazione al mondo per invio di Spam

Tommaso Lenci
18 Apr 2014

Capita spesso di aprire la nostra casella di posta elettronica è di trovarla colma di Spam, mail fastidiosissime che non interessano a nessuno e che spesso sono cestinate senza degnarle nemmeno di uno sguardo, nonostante ciò, Trend Micro ha scoperto che L’Italia è la terza nazione al mondo per Spam inviato.

Il leader globale nella sicurezza per il cloud, Trend Micro ha condotto degli studi su come tenere i propri dati personali al sicuro, a causa di falle nella sicurezza di continui attacchi cyber criminali, sia un’impresa sempre più difficile.

Il resoconto inerente all’ano 2013 purtroppo non mette in buona luce il nostro paese, infatti, nel primo trimestre l’Italia era al quinto posto nella classifica dei paesi che avevano il numero più alto di reti botnet, e nel trimestre successivo ci siamo anche guadagnati la top ten tra i paesi maggiormente colpiti da malware che mirano principalmente all’online banking.

Come se tutto ciò non bastasse, si è anche scoperto che l’italiano è la nona lingua al mondo più utilizzata per lo spam e di conseguenza, l’Italia è la terza nazione per invio dello spam, per tanto quando riceverete una mail in cui si chiede di accedere con i vostri dati su un determinato sito per ricevere un fantastico premio, pensateci bene e controllate con accuratezza il mittente se non volete finire nei guai. Purtroppo la scarsa informazione e la curiosità infinita di noi italiani ha fatto sì che la nostra nazione sia la quinta più a rischio privacy, e non solo per quanto riguarda le mail di spam ma anche e soprattutto per le applicazioni che scarichiamo sui nostri dispositivi.

Se fino a qualche anno fa le minacce alla privacy mirate in particola ad acquisire dati inerenti al settore finanzio, passavano solo per il Personal Computer e si potevano evitare con un po’ di accortezza. Con la diffusione degli smartphone il problema si diffuso e ampliato a macchia d’olio, non è un caso che sul finire del 2013 si siano registrati ben 1,4 milioni di minacce, in particolare per quanto riguarda il sistema operativo Android, anche se gli utenti Apple, non ne sono rimasti completamente esclusi.

spam

 

Purtroppo difendersi da questi attacchi non è sempre facile e le trappole in rete sono molte e anche ben ideate, certo un po’ di buon senso nel capire che se non avete partecipato a nessun concorso a premi non potete nemmeno aver vinto non farebbe male, aggiornate sempre i data base degli antivirus e verificate sempre le mail e i vari siti prima di accedervi.

Lascia la tua opinione