Un Galaxy Note 7 sostituito è la causa di un atterraggio d’emergenza!

Silvia
6 Ott 2016

Le disavventure di Samsung con il suo nuovo dispositivo di punta il Galaxy Note 7 sembrano non avere fine ed ora ad essere coinvolte sono proprio le unità sostituite e definite “sicure” dall’azienda.

Galaxy Note 7

Niente di più sensazionale può smentire quello appena affermato che un’atterraggio d’emergenza causato da un Galaxy Note 7 sostituito che ha incominciato a surriscaldarsi e prendere fuoco.

Un altro Galaxy Note 7 sostituito prende fuoco

E’ accaduto al passeggero Brian Green del volo 994 della compagnia Southwest Airlines da Louisville a Baltimora, che è salito a bordo con il suo Galaxy Note da poco sostituito.

Dopo pochi minuti dal decollo il dispositivo fra le mani di Brian ha cominciato surriscaldarsi, dopo averlo lasciato cadere sul tappeto dell’aeromobile sullo schermo è apparso un foro dal quale fuoriuscivano fumo e scintille.

Immediatamente l’equipaggio allertato del pericolo, ha proceduto con un’atterraggio d’emergenza nell’aeroporto vicino di Louisville dove ha potuto effettuare l’evacuazione dei passeggeri.

Ora gli esperti stanno analizzando il dispositivo e la causa che stava per scatenare una tragedia, effettivamente è risultato che si tratta di un Galaxy Note 7 sostituito dall’azienda di telefonia AT & T il 21 Settembre, dopo aver ricevuto le unità “sicure” da Samsung.

Fino a quando non saremo in grado di recuperare il dispositivo, non possiamo confermare che questo incidente coinvolga il nuovo Note7. Stiamo lavorando con le autorità e la Southwest per recuperare il dispositivo e confermare la causa. Una volta che abbiamo esaminato il dispositivo avremo più informazioni da condividere.

Questo è quanto affermato da Samsung in un primo momento, ma alcune immagini sono “trapelate” in anteprima dal noto portale The Verge, dalle quali è possibile identificare i numeri di serie della batteria e IMEI e vedere il dispositivo ancora a terra dopo essere stato spento con gli estintori dai vigili del fuoco.

Galaxy Note 7

Galaxy Note 7

Si tratta esattamente di un Galaxy Note 7 e segnalando il codice IMEI nell’apposita pagina di richiamo di Samsung, il sistema assicura il cliente che si tratta di un dispositivi privo di difetti di fabbricazione e che non deve ricorrere alla sostituzione.

Galaxy Note 7

Questo è un’altro duro colpo per Samsung che è in piena crisi ed indaffarata con la campagna di sostituzione o rimborso che non sta affatto portando buoni risultati.

I clienti stanno optando all’acquisto di dispositivi di altre marche richiedendo il totale rimborso, proprio com è accaduto al protagonista della vicenda che ha rimediato subito passando ad un iPhone 7


Lascia la tua opinione