Zenfone 3 successore di Zenfone 2 prima dell’estate: la novità

Tommaso Lenci
20 Dic 2015

Asus Zenfone 3, la versione successiva all’attuale Zenfone 2, arriverà sul mercato prima dell’inizio dell’estate 2016: la novità principale.

Asus Zenfone 3 successore Zenfone 2

Secondo recenti rumors provenienti direttamente da una fonte situata a Tawain (il paese dove ha sede legale ASUS) il nuovo modello Zenfone 3 prenderà il posto dell’attuale versione Zenfone 2 (che come sapete ha parecchie varianti acquistabili anche in Italia tra le quali la Laser, con display da 5 o 5,5 pollici eccetera) entro l’inizio dell’estate 2016: si pensa infatti a un debutto nel mese di maggio o giugno del prossimo anno.

Asus Zenfone 3 il successore di Zenfone 2 arriverà presto: la principale novità

La principale novità dello Zenfone 3 sarà introduzione sulla gamma Asus dello scanner per le impronte digitali: non dovete di certo stupirvi del fatto che anche i dispositivi di fascia media avranno questa funzione, dato che nel 2016 il costo di un chipset per scansionare le impronte digitali scenderà ad appena 5 dollari al pezzo.

Si stima infatti che nel 2016 la quota dei dispositivi mobili che utilizzeranno questa tecnologia aumenterà sensibilmente fino a raggiungere in pochi anni almeno il 50% dei nuovi terminali venduti durante un anno economico.

E’ probabile che Asus con la nuova gamma Zenfone 3 faccia un po’ come sta già accadendo oggi con la gamma Zenfone 2: utilizzerà produttori di chipset diversi (a seconda dell’importanza del dispositivo) coinvolgendo maggiormente Intel e Qualcomm e in parte minore pure Mediatek, venderà dispositivi con un buon rapporto qualità-prezzo, utilizzerà e aggiornerà il sistema operativo android all’ultima versione disponibile.

Inoltre Asus punterà molto sulla nuova gamma Zenfone 3 per aumentare le vendite complessive dei propri dispositivi mobili: quest’anno l’azienda asiatica ha venduto circa 20 milioni di esemplari in generale, ma il prossimo anno sembra voglia puntare a raggiungere quota 30 milioni di pezzi venduti grazie anche ad una diffusione più capillare anche in nuovi paesi (sopratutto Asia e Africa).

Lascia la tua opinione