Android 11: l’aggiornamento ufficiale e stabile arrivato sui Google Pixel

Tommaso Lenci
9 Set 2020

I Google Pixel stanno ricevendo in queste ore l’aggiornamento finale e stabile di Android 11: ecco le principali novità che gli utenti possono già notare.

Android 11 stabile aggiornamento disponibile sui Google Pixel

Abbiamo la conferma ufficiale che proprio oggi e da poche ore Google ha finalmente rilasciato la versione stabile e finale di Android 11.

Android 11 è ufficiale nella sua versione stabile: ecco i dettagli da conoscere

I primi utenti che possono scaricare l’aggiornamento alla nuova versione software sono i possessori di un Google Pixel: questo include la serie Pixel 2, Pixel 3, Pixel 3a, Pixel 4 e Pixel 4a.

Se possedete uno di questi smartphone vi basterà controllare l’arrivo della notifica di aggiornamento OTA (over the air) che trovate nel menù impostazioni->info telefono->aggiornamenti.

Essendo un aggiornamento particolarmente grande e importante vi consigliamo caldamente di effettuare un backup completo di tutti i dati salvati sul vostro smartphone Pixel prima di aggiornare.

Android 11 un breve riassunto delle novità implementate

Tra le novità di Android 11 gli utenti sicuramente noteranno cambiamenti nella messaggistica e nelle notifiche.

Le notifiche adesso mostreranno una sezione dedicata alle applicazioni di messaggistica: questo aiuterà a separare i messaggi dalle altre notifiche del telefono.

La nuova funzione Bubbles mostra gli elementi fluttuanti sul bordo dello schermo delle chat recenti e delle varie applicazioni di messaggistica.

Non da sottovalutare le nuova funzione di registrazione dello schermo, funzione che di solito viene aggiunta dai produttori terzi nelle proprie versioni personalizzate di Android.

Sui Google Pixel si potrà sfruttare in maniera più smart il pulsante di accensione, che adesso mostrerà direttamente tutti gli eventuali dispositivi collegati (tenendo premuto il tasto), e le eventuali opzioni di pagamento tramite interfaccia NFC.

Rinnovati pure i controlli multimediali con un interfaccia utente più moderna che in parte ricorda quella di Apple iOS.

Migliorata la notifica del lettore multimediale che permette all’utente di cambiare uscita audio (altoparlante, cuffie o dispositivo Chromecast).

Adesso Android Auto è in versione Wireless con Android 11: ovviamente il sistema audio dell’auto deve essere compatibile per funzionare.

Altri grandi passi in avanti su Android 11 li possiamo notare nella gestione della Privacy.

L’utente adesso può concedere i permessi di autorizzazione alle APP ad una Tantum: questo evita all’utente di preoccuparsi di cancellare l’autorizzazione in un secondo momento.

Nel caso in cui l’applicazione installata sul telefono no viene utilizzata per un periodo di tempo abbastanza lungo, Android 11 revocherà automaticamente le sue autorizzazioni in modo che non possa più accedere ai dati degli utenti in background.

E’ stata poi aumentata la sinergia di controlli privacy-sicurezza tra Android 11 e il Google Play Store per le APP: l’aggiornamento di sicurezza infatti può arrivare direttamente tramite il Play Store e non necessita più un aggiornamento del sistema operativo per quelle APP.

Infine i proprietari di un Google Pixel godranno di alcune funzionalità uniche per i propri smartphone, come ad esempio:

  • i suggerimenti di app sulla schermata iniziale in base alle routine quotidiana;
  • nuove azioni di panoramica che consentono di acquisire uno Screenshot di un’app e selezionare testo e immagini.

Android 11 arriverà anche sui dispositivi non Pixel: ecco i primi candidati!

Va da ricordare che Android 11 molto presto arriverà anche su altri dispositivi che non fanno parte della serie Pixel, ma vengono prodotti da terzi.

Infatti nel programma di beta testing pubblico di Android 11 troviamo dispositivi come i gli:

  • OnePlus 8 e 8 Pro;
  • Xiaomi MI 10 e Mi 10 Pro;
  • Oppo Find X2, X2 Pro, Reno 3 e Reno 3 Pro;
  • Realme X50 Pro.

Bisognerà poi aspettare le relative road-map ufficiali dei vari produttori per conoscere più o meno quando i dispositivi più recenti otterranno l’aggiornamento ad Android 11.

Fonte: Notizia ufficiale

Lascia la tua opinione