Android migliora la riproduzione video con i codec AV1

Tommaso Lenci
21 Apr 2024

Android ha finalmente ottimizzato la decodifica via software del più recente codec AV1 destinato ai contenuti video: miglioramenti sensibili nelle prestazioni e risparmio energetico.

Android AV1 ottimizzato

Abbiamo le prime conferme ufficiali che Google ha migliorato su Android il supporto software al codec video AV1, il codec che potrebbe sostituire in futuro il codec H265 ormai ampiamente utilizzato.

AV1 infatti a parità di qualità video offre un 25% di risparmio in termini di banda necessari rispetto ai video con codec H265.

AV1 la nuova decodifica ottimizza le prestazioni e il risparmio energetico su Android

Va detto che il codec AV1 è tra i più recenti codec disponibili nella compressione video (supportato ufficialmente da Android 10 in poi), e al momento solo l’hardware più recente nel panorama dei dispostivi mobili dispone di un accelerazione hardware per farlo funzionare al meglio.

Infatti l’AV1, rispetto all’H265, senza accelerazione hardware risultava essere più complesso da decodificare per i chipset montati sugli smartphone Android.

Però pochi giorni fa il responsabile dello sviluppo del sistema Android Arif Dikici ha affermato che tramite un aggiornamento del Play System avvenuto a marzo 2024 via server, la decodifica software è passata dalla libreria codec libgav1 alla libdav1d sviluppata da VideoLAN.

La nuova libreria adesso permette di riprodurre il contenuto video con questo codec molto più facilmente e consumando meno energia anche via software.

Per esempio su un Pixel 3 XL (quindi uno smartphone non proprio recente) un video in 4K a 60fps con libdav1d può essere riprodotto con un frame medio di circa 50 fps, mentre utilizzando libgav1 le prestazioni scendono sotto i 10 fps.

Sulla carta quindi alcuni dispositivi più vecchi precedenti ad Android 10 (S) potrebbero riuscire a riprodurre, pure avendo un hardware modesto, un file video in 720p a 30fps con codec AV1 senza accelerazione hardware.

 

Infatti libdav1d di VideoLAN ha prestazioni ed efficienza del codec superiori rispetto a libgav1: può sfruttare appieno le risorse della CPU del dispositivo, ridurre la larghezza di banda e ottimizzare l’esperienza di riproduzione video in generale.

Al momento su Android la libreria libdav1d rimane opzionale, ovvero le singole applicazioni potranno decidere se utilizzarla o meno al loro interno.

Tra di queste sembra esserci già YouTube, che in futuro potrebbe dare sempre più spazio alla decodifica video AV1, dato che per adesso la situazione è sempre in fase di test o con consenso diretto da parte dell’utente.

Fonte: Via

SEGUIMI SU FLIPBOARDFlipboard, su GOOGLE NEWS per le notizie, invece  Su Telegram per le Offerte e i Coupon

Lascia la tua opinione