Android Oreo per Galaxy S7 e S7 Edge in UK, in Italia le patch di aprile 2018

Tommaso Lenci
2 Mag 2018

In Gran Bretagna i Galaxy S7 e S7 Edge Vodafone e No brand stanno ricevendo l’aggiornamento ad Android Oreo, in Italia invece gli stessi dispositivi ricevono solo le patch sicurezza di aprile 2018.

Galaxy S7 e S7 Oreo in Gran bretagna

Ieri 1 maggio 2018 è il giorno in cui Samsung ha iniziato effettivamente a rilasciare l’aggiornamento ad Android Oreo 8.0 sui Galaxy S7 e S7 Edge, ma sfortunatamente solo in Gran Bretagna e in Irlanda con l’operatore Vodafone e per i dispositivi NO Brand.

Più nello specifico i due dispositivi stanno ricevendo l’aggiornamento ad Android Oreo con i firmware seriale G930FXXU2ERD5 e G935FXXU2ERD5, che hanno un peso di circa 1300 mb.

Android Oreo 8.0 per i Galaxy S7 e S7 Edge in Italia: l’aggiornamento non sarà così rapido come in Gran Bretagna?

E in Italia? Quanto bisognerà aspettare? L’aggiornamento potrebbe arrivare tra qualche ora o in un paio di giorni? Ebbene non vogliamo deludervi ma ci sono elementi che ci fanno pensare altro.

Infatti da poche ore in Italia Samsung ha iniziato a diffondere un nuovo aggiornamento firmware per S7 e S7 Edge No Brand che però, a differenza di quelli dell Gran Bretagna e dell’Irlanda, stanno ricevendo solo le patch di sicurezza rilasciate da google nel mese di aprile 2018.

Si tratta più nello specifico del firmware seriale G930FXXS2DRDI per S7 No Brand e del firmware seriale G935FXXS2DRDI: entrambi i firmware sono datati internamente da Samsung il 17.04.2018 e sono basati ancora sul sistema operativo Android Nougat 7.0.

Questo significa che molto probabilmente Oreo per i Samsung Galaxy S7 e S7 Edge venduti in Italia arriverà solo tra un paio di settimane e molto probabilmente con le patch di sicurezza rilasciate da google nel mese di maggio 2018.

Infatti Samsung Corea ha informato i propri utenti members, che l’aggiornamento alla versione 8.0 del sistema operativo mobile di Google per gli ex top di gamma del 2016 arriverà solo a metà maggio 2018.

Ovviamente sono solo nostre supposizioni considerate le prove che abbiamo a disposizione al momento, ma ovviamente non c’è ancora nulla di certo e Samsung potrebbe smentirci.

Lascia la tua opinione