Android P bloccherà le applicazioni spione quando non vengono utilizzate

Tommaso Lenci
21 Feb 2018

Android P aumenterà la sicurezza impedendo alle app spione di utilizzare la fotocamera o il microfono senza averti informato preventivamente.

Android P e la sicurezza

Molti utenti stanno ancora aspettando di ricevere l’aggiornamento ad Android Oreo 8.0, ma il web è sempre un passo avanti dato che ormai l’attenzione si sta spostando su Android P.

Android P 9.0 sarà la nuova versione software del sistema operativo mobile di Google, e al momento non ha ancora un nome ufficiale.

Sarà molto probabilmente annunciato durante il prossimo Google I/O 2018 che si terrà dal 8 al 10 maggio di quest’anno, ovviamente solo in fase preliminare e destinato agli sviluppatori.

Android P aumenterà il livello di sicurezza bloccando le applicazioni spione: ecco come

Di Android P si conoscono alcuni aspetti, e propri oggi uno sviluppatore del forum XDA Developers ha individuato nel codice sorgente una nuova e interessante funzionalità.

La prossima versione software del sistema operativo di Google aumenterà la sicurezza degli utenti impedendo alle applicazioni di attivare la camera o il microfono senza prima avvisare l’utilizzatore.

Tutte le applicazioni che non vengono utilizzate attivamente da parte dell’utente (quindi si trovano in background) dovranno sottostare a nuove regole di sicurezza che impediranno vari accessi senza previa autorizzazione diretta.

Per gli utenti un po’ “paranoici” (ma come si dice fidarsi è bene, non fidarsi è meglio) questo sarà un cambiamento molto notevole e decisamente importante.

Infatti fino ad ora, Android non ha fatto molto per bloccare questo genere di attività che possono minare la privacy degli utenti, ed è capitato che alcuni sviluppatori con intenzioni malevole sono riusciti a registrare video e scattare foto senza il consenso dell’utente.

Molto importante sembra essere il blocco dell’accesso del microfono, un aspetto difficilmente controllabile da parte dell’utente che non può sapere mai se qualcuno effettivamente sta registrando le sue conversazioni.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione