Android Q: Modalità desktop anche nella beta 3

Silvia
13 Mag 2019

I punti focali che hanno interessato il Google I/O hanno riguardato i dispositivi pieghevoli e l’ottimizzazione del sistema operativo Android Q verso la modalità scura. Anche se non è stata menzionata una delle caratteristiche più attese, la modalità desktop, ora viene richiesto agli sviluppatori di concentrarsi anche verso quest’aspetto.

modalità desktop Android q beta 3

La modalità desktop sarà introdotta in maniera nativa su Android Q, anche se varie aziende come Samsung e Huawei hanno realizzato progetti indipendenti come Easy Projection Dex, si incontrano sempre varie incompatibilità o la necessità di intervenire con  vari accessori.

Android Q con modalità desktop

L’introduzione in Android Q della modalità desktop è stata rilevata fin dalla prima beta rilasciata per il nuovo sistema operativo. Si tratta di una caratteristica molto avanzata che permette di portare l’intera interfaccia utente e la gestione delle applicazioni su schermi esterni, così facendo è possibile utilizzare il dispositivo come un PC.

La modalità desktop proietta Android verso nuove esperienze e Google chiede agli sviluppatori di applicazioni di dirigere i loro progetti verso una visualizzazione più ampia: “Smartphone pieghevoli possono avere più schermi, come anche display nelle auto, negli smartphone connessi a display più grandi nella modalità desktop, in Chrome OS e così via” spiega Andrii Kulian, Software Engineer di Google durante l’evento.

Per supportare la modalità desktop le applicazioni dovranno gestire più istanze e oggi gli sviluppatori hanno gli strumenti necessari per realizzare un progetto adeguato. Android Q beta 3 offre la modalità desktop nativamente, è sufficiente azionare la nuova visualizzazione dall’apposito interruttore sui Google Pixel o sui dispositivi compatibili.

In futuro, con il rilasci della versione pubblica, il passaggio alla modalità desktop avverrà in maniera automatica quando si connetterà lo smartphone ad un monitor esterno.

Come funzionerà la modalità desktop

AloK Chandel, User Experience Designer di Google Inc., spiega in maniera semplice ed esaustiva come funzionerà la modalità desktop e spiega come devono affrontare il supporto gli sviluppatori di applicazioni per adeguarsi alla struttura di App continuity, di seguito la sua relazione completa

 


Lascia la tua opinione