Android Q: Rilasciata la seconda beta, ecco le novità

Silvia
4 Apr 2019

In linea con il programma di Google dedicato alle versioni preliminari di Android Q, oggi arriva la seconda relase per gli utilizzatori dei dispositivi della linea Pixel che sono iscritti al programma di beta tester.

Android Q beta 2 novità bubble notifications

L’aggiornamento introduce una serie di correzioni rilevate con la prima beta ed è accompagnato dall’SDK che ha il compito di aiutare gli sviluppatori a lavorare con i dispositivi pieghevoli.

Android Q beta 2

Google ha investito i suoi numerosi sforzi per migliorare la privacy degli utenti, a livello di Scoped Storage le applicazioni posso utilizzare il sandbox senza autorizzazioni ma con Android Q beta 2 l’accesso deve essere consentito per utilizzare dati sensibili, quali foto, video e audio.

Notifiche bubbles

Una delle introduzioni più interessanti è il nuovo sistema di notifiche in stile bubbles, entra in gioco un nuovo design che in stile “bolla” presenta più informazioni relative al messaggio e facilita il passaggio in multitasking da un’applicazione all’altra.

Ogni notifica avrà il menu impostazioni a portata di mano, collocato in alto sulla destra, che offre la possibilità immediata di gestire la notifica in tutte le sue parti oltre al collegamento rapido ad altre applicazioni, come per esempio note, promemoria, calendario, traduzione ecc…

Emulatore per i dispositivi foldable

Accompagnato alla seconda versione beta di Android Q, arriva anche l’emulatore per gli sviluppatori che consente di vedere in azione le loro applicazioni sviluppate per i dispositivi pieghevoli, il passaggio dal display principale a quello esteso, che arriva ad un massimo di 7,3″, deve essere reso il più fluido e scattante possibile, come raccomandato dalle note di rilascio di Google.

Download Android Q beta 2

L’aggiornamento ad Android Q beta 2 è stato rilasciato ieri sera via OTA per tutti i dispositivi della linea Pixel ed è in fase di distribuzione. Chiunque può entrare a far parte del programma da sviluppatore di Google ed ottenere l’aggiornamento ma bisogna considerare il fatto che si possono incontrare problemi di incompatibilità e numerosi bug, come riportato dal log ufficiale (disponibile cliccando qui) in continuo aggiornamento.

E’ possible scaricare l’aggiornamento per l’installazione manuale, click qui per il download. Se non si dispone di un dispositivo Pixel, è possibile utilizzare l’emulatore Android, basta scaricare le ultime immagini del sistema tramite l’SDK Manager Android Studio


Lascia la tua opinione