App Google Telefono: arrivano le chiamate verificate per contrastare lo spam

Tommaso Lenci
8 Set 2020

Per contrastare lo spam e le chiamate fraudolente l’applicazione Google Telefono mostrerà se il chiamante ha un numero verificato e altre informazioni.

Google Telefono chiamate verificate nuova funzione

Ricevere chiamate sul proprio smartphone android che si rilevano di fatto telefonate spam di persone che cercano di truffarvi non è una bella cosa, e tutti sono d’accordo su questo.

Applicazione Google Telefono: arriva la nuova funzione “Chiamate verificate”

Per contrastare il dilagarsi di questa pratica Google molto presto lancerà per tutti, quindi anche per i dispositivi non Pixel, una nuova funzionalità sulla sua App Telefono.

Tale funzionalità in arrivo su Google Telefono viene chiamata “Verified Calls by Google“, ovvero “chiamate verificate”.

Chiamate verificate è la nuova funzione che di fatto mostra il nome del chiamante, il logo, il motivo della chiamata e un simbolo di verifica che indica che l’attività è stata autenticata direttamente da Google.

Questo permetterà agli utenti di conoscere in anticipo se il chiamante è effettivamente una persona qualificata o si tratta di un eventuale truffa/spam.

La nuova funzione “Chiamate Verificate” verrà inizialmente diffusa negli Stati Uniti, Messico, Brasile, Spagna e India, ma ci sono altri paesi in arrivo entro la fine del 2020.

Al momento l’App Google Telefono si sta aggiornando su tutti i dispositivi Pixel e quelli che fanno parte del programma Android One.

Pare però che dalla prossima settimana se ne dovrebbero aggiungere altri.

Ma come fa Google a verificare se il chiamante è un un utente verificato o si tratta di spam?

Per prima cosa le aziende per ottenere la certificazione devono fare richiesta ufficiale inviando determinate informazioni a Google.

Successivamente quando l’utente riceverà una chiamata il telefono invierà determinate informazioni ad un database/server di Google, che le confronterà e capirà se si tratta di una chiamata verificata.

Le informazioni che l’utente invia al server di Google sono crittografate attraverso la tecnologia Transport Layer Security (TSL).

Di fatto nessuna informazione di identificazione personale viene raccolta o archiviata, mentre le informazioni inviate ai server di Google vengono eliminate entro pochi minuti.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione