Chrome per Android finalmente sarà a 64-bit: si parte su Android 10

Tommaso Lenci
4 Lug 2020

Il famoso browser per dispositivi mobili con sistema operativo Android, Google Chrome, finalmente otterrà la versione definitiva stabile a 64-bit: quali novità?

Google Chrome 85 a 64-bit

Se non lo sapevate già Google Chrome sugli smartphone con sistema operativo Android è un browser internet che sfortunatamente ancora oggi utilizza un codice sorgente a 32-Bit e non a 64-Bit.

Nonostante il sistema operativo android a partire dalla versione Lollipop 5.0 supporta il codice a 64bit (hardware e software), Google non ha ancora aggiornato il suo famoso browser per renderlo il più compatibile possibile.

Infatti ad oggi ci sono ancora molti smartphone che utilizzano hardware a 32bit, e anche se hanno hardware a 64bit spesso si ritrovano sistemi operativi android personalizzati (anche recenti) che funzionano sempre a 32bit.

Google Chrome 85 sarà rilasciato in versione stabile a 64-bit: ecco i primi dettagli conosciuti

Sta di fatto che il colosso informatico americano pare abbia deciso di rilasciare presto la versione stabile e definitiva di Chrome in versione a 64bit.

Il cambiamento dovrebbe avvenire a partire da Google Chrome 85 finale che dovrebbe essere disponibile al download nei primi giorni del mese di agosto 2020.

Bisogna però chiarire che la versione Chrome 85 a 64-bit sarà rilasciata tramite il Google Play Store solamente per quegli smartphone che utilizzano già Android 10 come sistema operativo.

Con l’arrivo della compatibilità al codice sorgente a 64-bit, e grazie all’hardware compatibile, Chrome 85 dovrebbe ottenere un incremento prestazionale abbastanza evidente nei Benchmark.

Infatti i primi Benchmark effettuati con l’App Octane 2.0, evidenziano che la nuova versione a 64-bit ottiene un punteggio complessivo finale pari a 16.875 punti, ben superiore al punteggio di 15.515 punti della versione a 32-bit.

Bisognerà vedere se il miglioramento nei Benchmark rifletterà anche un miglioramento reale nell’esperienza utente finale.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione