ForcePhone agisce con gli ultrasuoni, pronto a rimpiazzare il Force Touch di iPhone!

Silvia
27 Mag 2016

ForcePhone

Il Force Touch è un’esclusiva presente sull’ultimo modello di iPhone 6S e iPhone 6S Plus e su Apple Watch ma molto presto potrà essere implementato anche su altri smartphone senza interferire con il brevetto depositato da Apple, grazie al nuovo “ForcePhone”

Secondo la recente ricerca portata a termine da alcuni ingeneri presso l’Università del Michigan, è possibile utilizzare gli ultrasuoni per permettere ad un dispositivo di riconoscere dove avviene una qualsiasi pressione, che può essere sullo schermo o addirittura sulla scocca, che grazie alle onde sonore, attiva un frequenza che copre la gamma dei 18-24 kHz.

ForcePhone agisce con gli ultrasuoni

Gli ultrasuoni emessi dalla pressione non sono percettibili dall’orecchio umano ma bensì dal microfono integrato sullo smartphone con a bordo un particolare software associato, che rileva il cambio di frequenza e ne attiva la funzione, per esempio l’apertura rapida di una determinata applicazione. In poche parole, quando un utente preme sullo schermo o stringe il corpo del telefono, il carattere delle onde sono cambia, un’interferenza che il software rileva:

“Non c’è bisogno di uno schermo speciale o di sensori integrati per effettuare questa operazione” ha affermato Kang Shin, professore di Ingegneria dell’università, in un comunicato stampa. “ForcePhone aumenta l’intesa tra il telefono e l’utente.”

Grazie a questa straordinaria scoperta i prossimi smartphone provenienti da diverse case produttrici, potranno essere equipaggiati con la nuova funzione ForcePhone ad un costo accessibile e la nuova tecnologiasviluppata potrà essere impiegata anche per la realizzazione di dispositivi senza tasti fisici.

Fonte

Lascia la tua opinione