Galaxy A50 recensione autonomia batteria: 4000 mAh bastano?

Tommaso Lenci
19 Mag 2019

Bastano 4000 mAh al Samsung Galaxy A50 per garantire un autonomia generale superiore alla media della concorrenza? Ecco i risultati dei vari test.

Samsung Galaxy A50 autonomia batteria

Nel 2019 Samsung ha rinnovato pesantemente la gamma Galaxy A introducendo tra i nuovi smartphone pure il dispositivi di fascia media Galaxy A50, considerato un degno rivale dello Xiaomi Redmi Note 7.

Entrambi gli smartphone hanno in comune la potenza della batteria da 4000 mAh: vediamo come si comporta l’A50.

Samsung Galaxy A50: ecco i risultati sulla durata della batteria in vari utilizzi

I principali fattori hardware e software che possono determinare l’autonomia

Per prima cosa vi ricordo che l’autonomia di uno smartphone dipende sostanzialmente dal chipset utilizzato (quanto è potente, quanto è ottimizzato per il risparmio energetico, che tipo di architettura usa), dal display (tecnologia, grandezza e risoluzione), ovviamente dalla potenza della batteria e infine dalle ottimizzazioni software (gestione delle applicazioni in background).

Il Samsung Galaxy A50 monta il chipset Exynos 9610 (processo produttivo a 10nm), un Octa-Core (4xCortex-A73 + 4xCortex-A53) con GPU Mali-G72MP3.

L’azienda coreana su questo smartphone monta un display Super Amoled da 6.4 pollici di diagonale in formato 19:5:9 e risoluzione FHD+ 2340 x 1080 pixel (403 PPI).

Come già accennato, il telefono monta una batteria interna da 4000 mAh e come sistema operativo troviamo Android Pie 9.0 con interfaccia personalizzata Samsung ONE UI.

I dati che saranno esposti qua sotto sono stati forniti direttamente dal sito GSMARENA, dati catturati analizzando il comportamento del dispositivo durante le chiamate telefoniche, la navigazione sul web e la riproduzione di video.

Autonomia chiamate telefoniche

Il Galaxy A50 offre una buona autonomia generale nel test delle chiamate telefoniche; infatti il dispositivo permette all’utente di conversare al telefono per circa 24 ore e 31 minuti.

In termini assoluti si tratta di un buon valore, alla pari di top di gamma più costosi, ma in termini relativi dalla batteria da 4000 mAh ci aspettavamo qualcosa in più.

Basti pensare che il Redmi Note 7 supera le 30 ore d’autonomia in questo campo.

Navigazione sul web tramite Wifi: l’autonomia

Navigare sul web è diventato di fatto un’attività ormai comune se non fondamentale per molti utenti che hanno acquistato uno smartphone.

In questo campo il Samsung Galaxy A50 fa il suo “sporco” lavoro garantendo un autonomia generazione di navigazione tramite connettività Wifi pari a 12 ore e 16 minuti con il browser mobile stock.

Possiamo affermare che il risultato è di buon livello in termini assoluti, ma ribadiamo che conoscendo anche altri smartphone la batteria da 4000 mAh non garantisce un livello d’autonomia elevato come ci aspettavamo.

Forse gli ingegneri informatici di Samsung devono riuscire ad ottimizzare ancora un po’ il software, considerato che chipset e display sono di ultima generazione e non dovrebbero influire più di tanto nel consumo energetico rispetto ai modelli della concorrenza.

Riproduzione di video in alta definizione: la durata della batteria

Se nei due precedenti test non eravamo pienamente soddisfatti dell’A50, vi possiamo dire che se volete utilizzare questo smartphone come riproduttore di video avete fatto un bell’acquisto.

Infatti il dispositivo di Samsung vi garantisce in modalità aereo la possibilità di riprodurre filmati in alta definizione per un’autonomia massima di circa 15 ore e 49 minuti.

Considerata la grandezza del display e il tipo di processore possiamo affermare che i 4000 mAh del Galaxy A50 vengono sfruttati a dovere e il risultato complessivamente può definirsi più che buono.

Non siamo ancora al top però: basti pensare che lo Xiaomi MI 9 con una batteria da 3300 mah arriva a garantire fino a 17 ore di riproduzione video.

Infatti i 7nm dello Snapdragon 855 fanno miracoli in questo campo multimediale.

Autonomia con utilizzo medio-basso e intenso per il Galaxy A50

Considerati i test precedenti e l’autonomia generale in stand-by dello smartphone, con un utilizzo medio questo Samsung Galaxy A50 vi fornirà un autonomia più che soddisfacente.

Più nello specifico con un utilizzo medio-basso questo smartphone di fascia media può garantire alla grande maggioranza degli utenti un autonomia generale intorno ai 2 giorni pieni.

Ovviamente il valore potrebbe oscillare in peggio o in meglio a seconda dell’uso che l’utente fa: più chiamate e meno web aumentano sicuramente l’autonomia e di molto.

Gli utenti che invece hanno un utilizzo quotidiano piuttosto alto o intenso possono stare tranquilli: il Galaxy A50 vi garantirà un autonomia giornaliera sicura, e magari qualche ora anche per il giorno dopo.

Anche in questo caso i valori possono migliorare o peggiore a secondo del tipo di utilizzo specifico che viene fatto dello smartphone: comunque una ricarica al giorno è quasi sempre obbligatoria per poter utilizzare il telefono il giorno dopo.

Da ricordare che il Samsung Galaxy A50 supporta pure la ricarica rapida via cavo ad una velocità massima di 15W; attenzione però il caricabatteria di serie è standard e non supporta tale velocità.

Dovrete quindi acquistare un caricabatteria opzionale per ottenere i massimi risultati di ricarica veloce.

Conclusioni sull’autonomia del Samsung Galaxy A50

Il dispositivo di fascia media dell’azienda coreana riesce a garantire un autonomia nei diversi campi d’utilizzo sempre buona ma non eccelle in nessun campo: può fare meglio quindi.

Il rapporto potenza batteria e autonomia evidenzia alcuni interessanti punti di forza come la riproduzione di video, ma non mostra sostanziali miglioramenti nella navigazione sul web o nelle chiamate telefoniche.

L’utente non troppo smanettone si troverà bene, considerato che il telefono può fare anche 2 giorni d’autonomia se utilizzato senza esagerare.

Per l’utente che utilizza molto lo smartphone si dovrà invece accontentare dello standard della singola giornata d’utilizzo

Lascia la tua opinione