Galaxy Note 10 svelata la data di lancio? I rumors

Tommaso Lenci
19 Giu 2019

Sarebbe stata svelata la data di lancio ufficiosa del prossimo smartphone top di gamma Galaxy Note 10: vedremo se Samsung le confermerà.

Galaxy Note 10 data presentazione

Molti di voi sapranno già che Samsung sta lavorando al lancio del suo prossimo top di gamma Galaxy Note 10, e gli esperti di mercato immaginano il suo debutto entro la fine di agosto 2019.

Alcuni passati rumors hanno affermato che il Note 10 sarà lanciato con buona probabilità in data 10 agosto 2019, ma oggi una importante testata giornalistica ha svelato un altra data.

Samsung Galaxy Note 10: questa potrebbe essere la data ufficiosa dell’annuncio

Secondo la CNET, il colosso coreano potrebbe svelare il nuovo smartphone qualche giorno prima ovvero in data 7 agosto 2019.

L’evento mediatico di Samsung si terrebbe a New York al Barclays Center, praticamente lo stesso luogo dove l’azienda coreana presentò l’anno scorso il suo Galaxy Note 9.

A differenza però dell’anno scorso Samsung presenterà almeno due nuovi modelli: il Note 10 Pro e il Note 10 normale.

Si vocifera anche l’arrivo di un terzo dispositivo, il Note 10e, ma sembra che quest’ultimo non sia ancora in lista di uscita in tale data.

I Samsung Galaxy Note 10 e 10 Pro avranno un design quasi del tutto uguale, ma si differenzieranno per un paio di elementi.

Il modello Pro infatti dovrebbe avere un display più grande e un sensore fotografico in più posizionato sulla scocca posteriore.

Si pensa che entrambi i modelli usciranno con sistema fotografico anteriore inserito in un forellino nel display che però, a differenza dei modelli Galaxy S10, sarà posizionato in alto e al centro del pannello.

Inoltre il forellino sarà ancora più piccolo, ovvero avrà un diametro minore rispetto a quanto già visto nei precedenti dispositivi Samsung.

Rumors affermano inoltre la mancanza del jack da 3.5 mm per l’audio e del tasto fisico dedicato all’assistente vocale Bixby, tasto che in passato non è stato troppo gradito dagli utilizzatori.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione