Galaxy S10, Note 10 e altri: aggiornamento Android 10 finale c’è una prima data

Tommaso Lenci
28 Nov 2019

La succursale di Samsung in Israele ha rilasciato una prima data su quando l’aggiornamento ad Android 10 finale raggiungerà i Galaxy S10, i Galaxy Note 10 e altri.

Aggiornamento Android 10 Samsung Galaxy S10, Note 10 e altri: data

Sappiamo che i Galaxy S10 e i Galaxy Note 10 hanno a disposizione già da qualche settimana un beta test pubblico sull’aggiornamento ad Android 10 con interfaccia One Ui 2.0.

Considerato che la stessa Google ha affermato che alcuni produttori, tra cui Samsung, rilasceranno l’aggiornamento entro la fine dell’anno su alcuni loro smartphone, si presuppone che i modelli S10 e Note 10 saranno i primi a riceverlo.

Samsung Israele rilascia una road-map ufficiale sull’aggiornamento ad Android 10: Galaxy S10, Note 10 e altri hanno già una data

Oggi però la succursale in Israele di Samsung ha rilasciato un comunicato ufficiale nel quale si definisce la road-map degli aggiornamenti ad Android 10 per i Samsung Galaxy.

Secondo quanto riportato gli smartphone della gamma Galaxy S10 (S10, S10 Plus, S10e, S10 5G), della gamma Galaxy Note 10 (normale e Plus) e il Galaxy Note 9 riceveranno l’aggiornamento da gennaio 2020.

C’è però da specificare che nel comunicato Samsung Israele afferma palesemente che questa roadmap non può considerarsi valida anche per altri mercati (riferimento agli USA e Gran Bretagna).

Questo significa che l’aggiornamento ad Android 10 con Samsung One Ui 2.0 potrebbe arrivare prima del 2020 per i Galaxy S10 e Note 10 in alcuni specifici mercati (USA e Gran Bretagna in lizza).

Secondo poi la road-map rilasciata dalla succursale di Samsung, molti smartphone Galaxy di fascia media come il Galaxy A50, Galaxy A70 dovrebbero aggiornarsi ad Android 10 ad aprile 2020.

Una seconda trance di dispositivi Galaxy, come il Tablet Tab S4, invece dovrebbero aspettare fino a settembre 2020.

Ovviamente vi preghiamo di prendere tutte queste informazioni, seppur ufficiali, con il dovuto distacco emotivo per il mercato Italiano: le date potrebbero infatti non coincidere.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione