Galaxy S11 supporterà la registrazione video a 8K

Tommaso Lenci
4 Dic 2019

Secondo recenti rumors la gamma Galaxy S11 (pensiamo tutta) avrà la possibilità di registrare video in formato 8K: ecco i dettagli.

Galaxy S11 video in 8K?

Non mancano molti mesi all’uscita dei nuovi Samsung Galaxy S11, e oggi abbiamo da segnalarvi una nuova interessante notizia fornita dal sito Sammobile.com.

Gamma Galaxy S11: Samsung permetterà la registrazione dei video a 8K?

Secondo quanto riportato dal sito, un informatore avrebbe confermato che la prossima gamma S11 potrà registrare video nell’incredibile risoluzione 8K ad un frame rate di 30 fps.

Quali sono i segnali che inducono all’ottimismo sulla capacità degli S11 a registrare video in 8K?

Per prima cosa la nuova gamma Galaxy S11 utilizzerà i più recenti chipset disponibili sul mercato ad inizio 2020: parliamo dell’Exynos 990 (9830) e dello Snapdragon 865.

Questi due chipset nativamente hanno le capacità hardware di riprodurre ma anche registrare video alla risoluzione 8K con un frame rate di 30 frame al secondo.

Per gestire una risoluzione così elevata nella registrazione dei video, tanti pixel su schermo, i Galaxy S11 necessitano di un adeguato sensore fotografico principale.

Ma sappiamo già da un po’ di tempo che questi smartphone monteranno un sensore fotografico principale da ben 108MP, sensore che sicuramente permetterà di riprendere con tanti dettagli le scene che più ci interessano.

Secondo noi la scelta di permettere alla Gamma Galaxy S11 di registrare video in formato 8K (non immaginiamo lo spazio che occuperanno in memoria) sia solo una scelta di marketing per evidenziare le capacità hardware del telefono.

Bisognerà infatti vedere se l’utente medio troverà utile registrare video in formato 8K, o preferirà utilizzare lo standard FHD o il 4K a 60 fps.

Inoltre, al momento a livello commerciale ci sono pochi dispositivi casalinghi come Smart TV, ma anche portatili, che sanno gestire pienamente flussi video con risoluzione 8K.

Sulla carta quindi gli 8K saranno per pochi fortunati che potranno effettivamente vederli su dispositivi esterni adeguati, e molto costosi.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione