Galaxy S23 il primo smartphone Samsung con gli aggiornamenti senza interruzioni?

Tommaso Lenci
22 Set 2022

Secondo quanto è trapelato gli smartphone nativi con Android 13 dovranno implementare la modalità “aggiornamenti senza interruzioni”: il Galaxy S23 sarà il primo di Samsung?

Samsung Galaxy S23 dimensioni e display confronto Galaxy S22

 

Prime voci affermano che Google sarebbe intenzionata a cambiare alcuni aspetti per quei dispositivi che usciranno direttamente con Android 13 (non stiamo parlando di aggiornamenti) e vorranno ottenere una licenza GMS (Google Mobile Services).

Sembra infatti che questi futuri smartphone dovranno implementare la funzione “Seamless Updates”, ovvero aggiornamenti senza interruzioni.

Il Galaxy S23 sarà il primo Samsung con la funzione “aggiornamenti senza interruzioni”?

Ad oggi Samsung è uno dei principali produttori android che non utilizza ancora questa funzionalità, ma con l’arrivo di Android 13 i suoi futuri smartphone potrebbero gioco forza implementarla.

Di fatto secondo recenti informazioni il Galaxy S23 potrebbe essere il primo smartphone Samsung ad utilizzare questa funzionalità quando debutterà sul mercato con Android 13.

Questa funzionalità ha fatto il suo debutto negli smartphone Google Pixel nel 2016, e pare che l’azienda americana abbia effettuato di recente nuovi miglioramenti che risolvono i problemi e gli svantaggi della funzionalità.

Ma come funziona la modalità “Seamless Updates”?

Di fatto il firmware degli smartphone con funzione “aggiornamenti senza interruzioni” è  implementato in una partizione di sistema divisa in due parti: A e B.

La divisione della partizione di sistema in due parti permette allo smartphone di installare gli aggiornamenti di sistema OTA in background, quindi lo smartphone rimane utilizzabile per altre cose.

Gli unici tempi di attesa che l’utente avrà sarà il riavvio dello smartphone quando gli aggiornamenti saranno installati.

Inoltre questa funzionalità ha un altro vantaggio: in caso di installazione errata del nuovo firmware, il dispositivo può ripristinare facilmente il firmware precedente evitando eventuali blocchi dello smartphone.

Fonte: via

Lascia la tua opinione