Galaxy S6 e S6 Edge Marshmallow: l’aggiornamento è arrivato

Tommaso Lenci
15 Feb 2016

Samsung ha iniziato a diffondere a livello Europeo l’aggiornamento Android 6 Marshmallow per i dispositivi Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge.

Galaxy S6 e S6 Edge Marshmallow

Dopo alcuni primi indizi sul suo imminente arrivo in Europa (le informazioni provenienti da T-Mobile Polonia), alla fine l’aggiornamento ad Android 6 Marshmallow per Galaxy S6 e S6 Edge è disponibile a livello mondiale.

Da poche ore infatti Samsung dopo l’iniziale rilascio della versione 6.0.1 in Corea del Sud, ha iniziato a inviare le notifiche di aggiornamento anche per i clienti europei, e quindi anche per noi italiani; se non avete ancora ricevuto la notifica vi consigliamo di controllare manualmente il centro aggiornamenti del vostro smartphone top di gamma.

Come aggiornare il vostro Samsung Galaxy S6 o S6 Edge alla versione Android 6 Marshmallow?

Per poter avere il più recente software sul vostro telefonino potete scegliere due modi: il primo scaricare il nuovo firmare direttamente dallo smartphone utilizzando la modalità OTA (over the air) collegando il dispositivo ad una rete Wifi stabile e sicura (consigliamo quella di casa) e ricordarsi di avere almeno il 50% di batteria residua disponibile.

Il secondo modo è quello di collegare lo smartphone al PC o al MAC di casa tramite cavetto USB in dotazione e avviare il software di aggiornamento KIES (che trovate sul sito ufficiale di Samsung): in questo caso non occorre avere una batteria residua pari almeno al 50%, dato che il telefonino è collegato alla porta USB e riceve energia da quest’ultima.

Essendo Marshmallow un aggiornamento piuttosto importante, i dati da scaricare potrebbero essere anche vicini al GB dato che Samsung utilizza la propria interfaccia personalizzata TouchWiz.

Quali sono i principali cambiamenti di Android 6 Marshmallow su Galaxy S6 e S6 Edge?

In primo luogo Samsung ha annunciato una nuova serie di feature per sfruttare i display curvi ai bordi del Galaxy S6 Edge; ad esempio adesso è possibile ricevere notifiche e visualizzare contenuti su uno spazio più grande rispetto ai classici 160 pixel precedenti: in poche parole la notifica o il contenuto sarà visualizzato sia in parte nel display centrale che in quello curvo sfruttando ben 550 pixel (ne avevamo già parlato in quest’articolo).

Altro interessante aspetto è l’introduzione dela funzione Doze che aumenterà (almeno sulla carta) l’autonomia dei dispositivi in stand-by riducendo i consumi delle applicazioni in background, che verranno congelate dal sistema operativo Marshmallow e riattivate solo quando effettivamente vengono utilizzate dall’utente.

Ci saranno alcuni cambiamenti nell’interfaccia TouchWiz (ne avevamo già parlato in un nostro precedente articolo), aspettatevi miglioramenti generali delle prestazioni (apertura applicazioni, gestione del multitasking, navigazione sul web etc), e un sistema operativo più stabile.

Aumenterà anche la sicurezza generale dato che saranno installate tutte le più recenti security patch di Google per Android che risolvono alcuni piccole falle individuate nelle versioni precedenti.

Presente inoltre un nuovo sistema nativo di controllo delle applicazioni più efficace rispetto al passato: adesso l’utente può conoscere cosa effettivamente un applicazione fa sul proprio smartphone, ed eventualmente bloccare determinate attività che ritiene non consone per la propria sicurezza o privacy.

Per maggiori informazioni su Android 6 Marshmallow in generale seguite il blog ufficiale di Google; per la fonte della notizia: Samsung

Lascia la tua opinione