Galaxy S7 e S7 Edge Samsung ci ripensa: stop agli aggiornamenti trimestrali

Tommaso Lenci
21 Giu 2019

Samsung ha cambiato nuovamente la politica degli aggiornamenti per i suoi ex top di gamma Galaxy S7 e S7 Edge: un ripensamento definitivo?

Galaxy S7 Edge e S7 fine aggiornamenti trimestrali

Non molto tempo fa, ad inizio aprile di quest’anno, vi avevamo informato che Samsung aveva deciso di inserire i Galaxy S7 e S7 Edge nella lista degli smartphone aggiornabili trimestralmente e non più mensilmente.

A metà aprile 2019 poi avevamo segnalato l’arrivo di alcuni test da parte dell’azienda coreana su questi due dispositivi con installato Android Pie 9.0.

Samsung Galaxy S7 e S7 Edge fine dei giochi? Niente aggiornamenti trimestrali come promesso?

Ebbene oggi le speranze che i modelli S7 e S7 Edge potevano avere una vita software più lunga rispetto alle aspettative, sono cambiate drasticamente.

Infatti Samsung tramite la propria pagina ufficiale dedicata alla sicurezza su Android ha cancellato i Galaxy S7 e S7 Edge dalla lista degli smartphone aggiornabili trimestralmente.

Quest’ultimi sono stati spostati nella lista dei dispositivi destinati ad “altri aggiornamenti”, ovvero aggiornamenti senza un periodo di riferimento specifico e spesso attivati solo per fix di sicurezza ritenuti estremamente importanti.

Gli utenti possessori di un S7 o S7 Edge si può dire che sono passati dalle stelle alle stalle, considerato che Samsung non ha neanche rilasciato l’atteso aggiornamento trimestrale.

Ovviamente non sappiamo quali saranno le politiche di aggiornamento di Samsung per entrambi i dispositivi.

Potrebbero infatti arrivare gli aggiornamenti trimestrali promessi, e poi qualche aggiornamento sporadico per la sicurezza.

Di fatto ormai è quasi impossibile, se non impossibile, che questi telefoni ricevano l’aggiornamento ad Android Pie 9.0.

In sostanza Samsung non sembra essere più sicura nell’allungare i periodi di aggiornamenti dei propri smartphone top di gamma al di fuori dei 3 anni promessi.

C’è da dire però a difesa dell’azienda coreana, che già avere 3 anni di aggiornamenti di sicurezza costanti e piuttosto veloci (altri fanno molto peggio) rimane sempre un valore aggiunto per gli smartphone Galaxy di fascia alta o top di gamma.

Lascia la tua opinione