Galaxy S7, iPhone 6S, LG G5, Moto X Play e Xperia Z5 Premium: test resistenza nell’oceano!

Tommaso Lenci
20 Giu 2016

Test di resistenza all’acqua nell’oceano per molti smartphone top di gamma: Galaxy S7, iPhone 6S, LG G5, Moto X Play, Sony Xperia Z5 Premium: chi sopravviverà?

Galaxy S7, iPhone 6S, LG G5 test resistenza nell'oceano

Avete mai pensato di voler utilizzare il vostro smartphone android top di gamma in acqua salata nell’oceano? Non stiamo parlando di spiagge ma proprio in immersioni con la possibilità di poter vedere se il vostro telefonino è ancora funzionante.

Ovviamente stiamo parlando di un caso limite, dato che nessuno o quasi nessuno avrebbe l’idea così pazza di voler testare il proprio smartphone da oltre 500 euro nell’oceano per vedere se può continuare a funzionare sott’acqua.

Galaxy S7, iPhone 6S, LG G5, Motorola Moto X Play, Sony Xperia Z5 Premium nell’oceano: chi sopravviverà al test?

C’è invece chi si diverte a fare questi confronti e ha preso alcuni smartphone top di gamma come il Galaxy S7, l’iPhone 6S, il Motorola Moto X Play, LG G5, Sony Xperia Z5 Premium insieme ad un outsider il Kyocera Duraforce, e li ha portati con se sott’acqua a tre profondità differenti: una di 10 piedi, una di 20 piedi e l’ultima di 30 piedi.

L’acqua dell’oceano come sapete è salata e quindi questo potrebbe ulteriormente condizionare il test di resistenza per tutti questi smartphone, di cui quattro hanno una certificazione per resistere all’acqua: tre, il Galaxy S7 e Xperia Z5 Premium e Kyocera Duraforce hanno la certificazione IP68, mentre il quarto, il Moto X Play, ha la certificazione IP52 decisamente meno performante; LG G5 e iPhone 6S sono del tutto sprovvisti.

Come è andato a finire il test sott’acqua nell’oceano? Ci sono state alcune sorprese interessanti sia in negativo che in positivo e situazioni ovvie.

Il test a 10 piedi di profondità ha già mietuto 3 vittime ovvie: LG G5, iPhone 6S e Motorola Moto X Play non avendo nessuna certificazione importante hanno smesso praticamente quasi subito di funzionare appena immersi a tale profondità.

La cosa che ha sorpreso nel test è che Sony Xperia Z5 Premium, pur certificato IP68, ha smesso di funzionare come gli altri 3 smartphone precedentemente elencati; è una sorpresa in negativo dato che gli altri due dispositivi IP68 come il Galaxy S7 e il Kyocera Duraforce funzionano ancora.

Alla profondità di 20 piedi il Kyocera Duraforce tira le cuoia, mentre sorprendentemente il Galaxy S7 continua a funzionare senza problemi; quest’ultimo però si arrende alla profondità di 30 piedi dato che si spegne proprio nel momento in cui viene mostrato nella telecamera.

Alla fine questo test ha decretato un vincitore assoluto: il top di gamma di Samsung ha dimostrato in questo caso di essere prodotto con una qualità superiore rispetto alla concorrenza, ottenendo un risultato decisamente superiore rispetto a tutti gli altri smartphone top di gamma.

Lascia la tua opinione