Galaxy S7 come iPhone 6S: video in slow-motion a 240FPS

Tommaso Lenci
29 Feb 2016

Il nuovo Samsung Galaxy S7 può registrare video in slow-motion 240FPS come l’iPhone 6S e 6S Plus: ecco un sample per vedere la qualità generale della registrazione.

Galaxy S7 come iPhone 6S: video slowmotion

Una delle caratteristiche multimediali più importanti dell’Apple iPhone 6S e 6S Plus (ma anche del predecessore iPhone 6 e 6 Plus) è quella di poter registrare ottimi video in slow-motion con un frame rate di ben 240 immagini al secondo, che permettono di visualizzare attimo dopo attimo tutto quello che stiamo effettivamente registrando con la camera posteriore del dispositivo.

Oggi però l’iPhone 6S ha un nuovo concorrente da fronteggiare: infatti anche il Galaxy S7 e la sua variante S7 Edge, gli ultimi top di gamma dell’azienda coreana Samsung, hanno questa caratteristica: possono registrare video in slow-motion ad elevato frame rate.

Questa è un interessante novità in casa Samsung, dato che il precedente top di gamma Samsung Galaxy S6 era capace di registrare video in slow motion ma solamente con un frame rate di 120 immagini al secondo, decisamente inferiore rispetto alla qualità media degli iPhone 6S.

Samsung Galaxy S7: come registra video in slow-motion a 240FPS

Per dimostrare la nuova caratteristica del top di gamma Galaxy S7, è stato diffuso un video su youtube che ne dimostra le qualità in slow-motion (aspettate qualche secondo per vedere l’effetto):

Da quello che sappiamo non ci sono ancora certezze assolute se effettivamente i nuovi Galaxy S7 e S7 Edge registrano nativamente a 240FPS in slow-motion: potrebbero infatti effettuare un interpolazione da 120 fps nativi a 240 fps artificiali.

Sta di fatto che la qualità generale del video è molto buona e permette di godere a pieno di questa tecnologia molto apprezzata anche dagli utenti Apple con i loro iPhone 6S e 6.

Va ricordato che attualmente tutti i video registrati in slow-motion a 240 fps hanno una risoluzione massima di 1280 x 720 pixel, ma in futuro (forse già a fine 2016) questa tecnologia potrebbe essere presto associata ai video in full hd 1080p a 240FPS o addirittura in ultra hd 4K, ma in quest’ultimo caso solamente a 120 fps.

Lascia la tua opinione