Galaxy S7 Edge prende fuoco nelle Filippine: già rimborsato il proprietario

Tommaso Lenci
24 Set 2016

Continuano i problemi per Samsung; oggi nelle Filippine si è diffusa la notizia di un altro Galaxy S7 Edge che ha preso fuoco, con il proprietario che è stato completamente rimborsato.

Galaxy S7 Edge prende fuoco Filippine

Non sono proprio tempi felici in casa del colosso coreano dell’elettronica; dopo i problemi alla batteria (ben conosciuti da tutti) del Galaxy Note 7, la loro sostituzione, gli espedienti per limitare il surriscaldamento eccetera, compare un altro caso di Galaxy S7 Edge a fuoco.

Vi avevamo tempo fa segnalato il fatto di un S7 Edge andato a fuoco in Gran Bretagna, con relativo video, ed oggi si segnaliamo che un altro dispositivo della gamma nelle Filippine ha fatto la stessa fine.

Galaxy S7 Edge prende fuoco nelle Filippine: i fatti raccontati dal proprietario

Un uomo nelle Filippine, il signor Weng Briones, ha infatti mostrato sui social media le immagini del proprio Galaxy S7 Edge bruciato: si possono vedere le evidenti bruciature dall’interno che hanno compromesso la struttura del display e in parte la scocca posteriore con rivestimento in vetro.

Fortunatamente Weng Briones non ha subito nessun danno alla propria persona, dato che il dispositivo quando ha preso fuoco non si trovava addosso al proprietario.

L’uomo ha comunque affermato che dopo questo disastro si è presentato nel negozio dove ha acquistato il Galaxy S7 Edge, un Samsung Mobile Store ufficiale nel Supermall di Taytay, che gli ha prontamente rimborsato il prezzo d’acquisto.

Queste le parole ufficiali postate sui social dall’uomo:

We went to Samsung store at SM City Taytay and they have refunded my money in full. Kudos to all the staff of Samsung SM Taytay for their immediate action regarding my issue. In spite of the unfortunate incident, I am however, impressed by their aftersales-support. Much respect to Samsung. Keep safe everyone.”-Weng Briones 

Questo fatto potrebbe ulteriormente alimentare la sfiducia dei consumatori nei confronti del marchio Samsung: già un recente sondaggio indica che i consumatori si fidano di meno dell’azienda coreana che per risollevarsi dovrà spendere oltre 1.5 miliardi di dollari per il caso Galaxy Note 7.

Weng Briones invece sembra essere ancora abbastanza convinto sulla qualità generali dei prodotti Samsung, e ringrazia lo staff per la pronta risoluzione del suo problema.

Lascia la tua opinione