Gamma Galaxy S20 si aggiorna alle patch di aprile 2021: le novità

Tommaso Lenci
7 Apr 2021

Samsung sta aggiornando tutti gli smartphone della serie Galaxy S20 alle patch di sicurezza rilasciate ad aprile 2021: ecco le novità.

Samsung Galaxy S20 si aggiorna alle patch sicurezza aprile 2021

Segnaliamo ai possessori di uno degli smartphone della gamma S20, normale, Plus e Ultra della disponibilità di un nuovo aggiornamento firmware in distribuzione in Europa (al momento Germania).

La serie Galaxy S20 si sta aggiornando alle nuove patch di aprile 2021: ecco le novità del bollettino

Il nuovo firmware ha seriale G98xxXXS7DUC9 (le xx cambiano a seconda del modello), è basato sul sistema operativo Android 11 con One Ui 3.1 ed è scaricabile tramite la modalità OTA (over the air).

Come già accennato i firmware hanno uno scopo comune: installare le nuove patch di sicurezza che sono state rilasciate da Google nel mese di aprile 2021.

Fortunatamente Samsung ha rilasciato il proprio bollettino mensile sulla sicurezza, e adesso sappiamo qualche dettaglio in più.

Nella patch ufficiale Google ha risolto 30 falle, classificate come di rischio alto, e 5 falle classificate come critiche.

In aggiunta alle falle risolte da Google, Samsung ha risolto 21 problemi riscontrati nel proprio software che variano da falle sull’algoritmo di crittografia, a politiche di esecuzione configurate in modo non del tutto giusto, eccetera.

Si tratta sostanzialmente di una patch piuttosto importante dal punto di vista della sicurezza, quindi va fatta il prima possibile.

Potete farvi un idea completa della patch di sicurezza sul sito ufficiale Samsung.

Se non avete ricevuto ancora la notifica automatica dell’aggiornamento, vi consiglio di provare a controllare manualmente nel centro aggiornamenti del telefono.

Il centro aggiornamenti lo trovate nel menù impostazioni->info telefono->aggiornamenti.

Ricevuta la notifica automatica, prima di installare il nuovo firmware sul vostro Galaxy S20 vi consigliamo di:

  • effettuare un backup dei dati più importanti salvati sullo smartphone;
  • iniziare la procedura solamente se la batteria ha un autonomia residua pari o superiore al 50%.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione