I 10 smartphone più potenti a luglio 2017 secondo AnTuTu

Tommaso Lenci
18 Ago 2017

Quali sono gli smartphone più veloci secondo il famoso Benchmark AnTuTu? Ecco gli ultimi dati forniti dopo l’analisi del mese di luglio 2017.

Smartphone più veloci per AnTuTu luglio 2017

Avete acquistato di recente uno smartphone top di gamma e volete sapere se è tra i più potenti che potete reperire sul mercato? Meglio un dispositivo con sistema operativo Android o un Apple iPhone di ultima generazione?

Se siete amanti dei numeri e dei Benchmark sicuramente conoscerete AnTuTu, un software che analizza e testa le prestazioni potenziali dell’hardware installato sui dispositivi mobili.

Ebbene l’ultima classifica stilata da AnTuTu su gli smartphone più veloci testati fino a fine luglio 2017 presenta due nuove sorprese: si tratta di due smartphone made in Cina.

Classifica dei 10 smartphone più veloci secondo AnTuTu a luglio 2017

Secondo il famoso Benchmark al momento il dispositivo mobile più veloce sul mercato sarebbe l‘OnePlus 5 che raggiunge un punteggio medio di 181.614 punti.

Il secondo in classifica è un dispositivo meno conosciuto ai più, dato che non è ancora commercializzato in Italia: si tratta del nuovo Numbia Z17 che raggiunge un punteggio medio di 179.081.

Al terzo posto troviamo la conferma HTC U11: il top di gamma dello storico marchio asiatico ha raggiunto un punteggio medio di 175.987 distanziando il quarto posizionato il più famoso e celebrato Samsung Galaxy S8+ che si presenta con un risultato di 171.101 punti.

Apple si deve accontentare al momento del sesto posto della classifica con il suo iPhone 7 Plus che viene battuto (quinta posizione) dal recente smartphone top di gamma cinese Xiaomi Mi 6 (170.009 punti).

Scendendo di classifica al settimo posto è presente il Sony Xperia XZ Premium, poi troviamo il Samsung Galaxy S8, l’Oneplus 3T e infine l’iPhone 7.

Va sottolineato che i primi 3 smartphone in classifica utilizzano tutti e tre il chipset Snapdragon 835: le differenze prestazionali rispetto alla concorrenza potrebbero essere dovute da altri fattori come l’ottimizzazione software del sistema operativo, oppure memorie ram e interne più veloci.

Infatti scendendo di classifica con punteggi più bassi troviamo altri dispositivi che utilizzano lo stesso chipset di Qualcomm, o nel caso del Galaxy S8 e S8+ anche la variante Exynos 8895.

Sta di fatto che i più blasonati marchi stentano a scalare questo tipo di classifica, spesso occupato da aziende cinesi che sono meno conosciute a livello internazionale ma sembra che sappiano il fatto loro.

Lascia la tua opinione