Google App e servizi bloccati su dispositivi non certificati: attenzione alle rom personalizzate

Tommaso Lenci
27 Mar 2018

Google ora blocca le sue applicazioni e i servizi su dispositivi Android non certificati, ma consente agli utenti che utilizzano ROM personalizzate di poter richiedere l’autorizzazione.

Google App e servizi bloccati su smartphone non certificati

Seppure il sistema operativo Android sia open source, ovvero ha un codice sorgente ampiamente modificabile dal punto di vista dell’interfaccia e delle funzionalità, Google per mantenere sicuro e coerente il proprio software con le aspettative degli utenti ha stilato una serie di regole sulla compatibilità.

I produttori di smartphone che vogliono personalizzare Android devono giocoforza passare questi test di compatibilità per poter associare il loro prodotto alla suite delle applicazione e i servizi di Google.

In passato Google non era particolarmente attenta su alcuni produttori che magari non installavano nativamente le Google App (Google Play Store per primis), ma permettevano successiva l’installazione dell’app con un semplice APK (pensiamo ai primi Mediacom in Italia o alcuni produttori di smartphone cinesi meno famosi).

Google App e servizi bloccati: attenzione ai dispositivi non certificati

Ebbene sono arrivati i primi feedback che Google sta iniziando a bloccare tutti i dispositivi che non sono stati ufficialmente certificati attraverso il tool di compatibilità dell’azienda americana.

Di conseguenza se il dispositivo non fa parte della lista compatibilità di Google non può più utilizzare in nessuna maniera le sue applicazioni o i suoi servizi molto utili.

Se volete sapere se il vostro dispositivo è certificato, basta entrare nel menù di impostazioni di Google Play Store e verificare nelle info se è presente la certificazione (Device Certification sotto l’informazione della versione software dell’App).

Se non avete comprato uno smartphone Android da un produttore cinese poco affidabile o di marca sconosciuta molto difficilmente riscontrerete questo problema.

Se invece avete questo problema, per risolvere dovete sostanzialmente inviare un e-mail al produttore del dispositivo e richiedere un nuovo dispositivo certificato.

Smartphone e tablet certificati ma con ROM Android personalizzate non certificate: come risolvere al blocco

I problemi di certificazione potrebbero invece anche se sul vostro dispositivo Android certificato avete flashato una rom personalizzata di terze parti che non hanno mai richiesto la certificazione.

Fortunatamente l’azienda americana si è resa conto della situazione e permette a quest’utenti, che utilizzano rom personalizzate basate su una qualunque versione software di Android, di procedere alla certificazione del loro dispositivo.

Se state eseguendo una rom personalizzata su un dispositivo Android Certificato si può richiedere la certificazione tramite il proprio ID Android da questo LINK.

Per trovare il proprio ID Android basta inserire il codice ## 8255 ## nel quadro numerico del telefono, o accedere al menù delle Impostazioni> Info sul telefono> Stato, o altrimenti scaricare un APP che ricerca l’ID del telefono e lo mostra.

I problemi saranno risolti velocemente e potrete tornare ad utilizzare tutti i servizi e le applicazioni Google sul vostro smartphone Android con rom personalizzata.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione