Google Assistant e Pay vi permetteranno di inviare soldi a parenti e amici

Tommaso Lenci
22 Mar 2018

Google Assistant si integra con Google Pay in modo che gli utenti possano inviare tramite comandi vocali denaro ai propri parenti o amici.

Google Assistant integra Pay

Google Assistant, l’assistente virtuale di Google che vi permette di compiere varie attività attraverso semplici comandi vocali, da oggi ha una funzionalità in più.

Google Assistant integra adesso Pay, il servizio di pagamento in mobilità

Il colosso americano ha infatti integrato il servizio di pagamento in mobilità Google Pay con l’assistente che potete trovare su tutti i più recenti smartphone Android in commercio.

Adesso l’utente può chiedere a Google Assistant di effettuare un pagamento con un semplice comando vocale, tipo questo: “Hey Google, request $20 from Sam for the show tonight” (Hey Google, chiedi 20 dollari a Sam per lo spettacolo di stasera).

L’importante è che la persona a cui inviamo o chiediamo soldi sia presente nei contatti dello smartphone.

Ma sembra che Google non si voglia fermare agli smartphone: quest’integrazione di Google Pay dovrebbe presto arrivare sugli accessori per la casa come Google Home (acquistabile anche in Italia), e sarà sempre un servizio completamente gratuito.

L’utente per sfruttare Google Pay potrà registrarsi prima o durante la richiesta all’assistente virtuale, e il destinatario del pagamento riceverà la somma di denaro anche se non possiede un account Pay.

Se il destinatario possiede un account Pay allora riceverà prima un email o un messaggio di testo o una notifica di pagamento che gli consentirà di prelevare la somma.

Google Pay non è ancora disponibile in Italia ma arriverà

Va detto che Google Pay è un servizio a cui il colosso americano sembra puntare per il futuro: basti pensare il grosso lavoro di re-branding del servizio nato con nomi come Android Pay, Google Wallet e Pay with Google che si sono succeduti nel tempo.

Sfortunatamente questo nuovo servizio Google Pay non è ancora attivo in Italia;  infatti il servizio è attivo unicamente negli Stati Uniti ed è compatibile con i dispositivi Android e Apple iOS.

Nel futuro però Google sicuramente diffonderà il suo servizio di pagamento in mobilità anche in altri paesi, e lo renderà un applicazione nativa del suo sistema operativo mobile Android.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione