Google Pay adesso supporta l’autenticazione biometrica per i trasferimenti di denaro

Tommaso Lenci
28 Ott 2019

Google Pay ha ufficialmente iniziato a supportare l’utilizzo dell’autenticazione biometrica per autorizzare i trasferimenti di denaro: ci sono però dei requisiti.

Google Pay supporta i pagamenti biometrici con Android 10

Google Pay è un servizio che permette di effettuare pagamenti in mobilità, online e anche per trasferimenti generici a persone già attivo in Italia.

Fino a ieri, per poter effettuare questi pagamenti-trasferimenti di denaro, l’autorizzazione poteva avvenire solamente l’utilizzo di un classico codice PIN.

Google Pay supporta l’autenticazione biometrica: attenzione però ci sono dei requisiti

Oggi il colosso americano ha informato la comunità che con l’arrivo della versione 2.100 adesso Google Pay permette di trasferire denaro utilizzando anche un’autenticazione biometrica.

Per autenticazione biometrica si intende quello tramite sblocco con il volto o tramite lo scanner per le impronte digitali (classico o sotto il display).

Sfortunatamente però questa funzionalità è limitata alle API biometriche introdotte con la versione Android 10.

Quindi non è possibile effettuare trasferimenti di denaro con il sistema biometrico se on avete uno smartphone con l’ultimissima versione software di Android.

Non sappiamo se e quando Google rilascerà una versione compatibile anche con le versioni meno recenti di Android 10, considerato che al momento solamente pochi dispositivi dispongono di questo sistema operativo.

Chi ha acquistato di recente un Google Pixel o Pixel 4 XL potrà sfruttare il riconoscimento del volto dello smartphone per effettuare trasferimenti di denaro: questo vi semplificherà la vita sicuramente.

Lascia la tua opinione