Google Pixel 3 e Pixel 3 XL sono ufficiali: caratteristiche e prezzo in Italia

Tommaso Lenci
9 Ott 2018

Ufficializzati oggi i nuovi smartphone top di gamma Google Pixel 3 e Pixel 3 XL: ecco le principali caratteristiche hardware, software e il prezzo di vendita in Italia.

Google Pixel 3 e Pixel 3 XL ufficiali: prezzo e caratteristiche

Ci siamo, i dispositivi Android Pie 9.0 top di gamma di Google Google Pixel 3 e Pixel 3 XL sono ufficiali e sono entrambi disponibili per il mercato Italiano.

Google Pixel 3 e Pixel 3 XL sono ufficiali: ecco le principali caratteristiche

Display e batteria e design

Il modello XL è quello con il display più grande che ha anche una risoluzione più elevata e gioco forza una batteria più potente per gestire il telefono: non ci sono altre reali differenze hardware tra le due versioni.

Partiamo dicendo che il Google Pixel 3 XL ha un display OLED da 6.3 pollici di diagonale in formato 18.5:9 con la tacca, risoluzione QHD+ 2960 x 1440 pixel che garantisce 532 PPI.

Il Pixel 3 ha invece sempre un display OLED ma da 5.5 pollici di diagonale in formato 18:9 (senza tacca) e risoluzione FHD+ 2160 x 1080 pixel.

I display in questione supportano pienamente la tecnologia HDR (già pronto per Youtube), l’Always On e la possibilità di tarare le colorazioni a proprio piacimento, e una modalità Boosted per aumentare del 10% la gamma sRGB (colori più vivaci).

Entrambi i pannelli dei due smartphone sono protetti con Gorilla Glass 5.

La scocca in alluminio è certificata IP68, quindi sono ben protetti dall’acqua e dalla sporcizia in generale: anche qua un passo in avanti rispetto alla certificazione IP67 dei modelli Pixel 2.

Altra differenza tra i due dispositivi è la potenza della batteria.

Il Google Pixel 3 XL ha una batteria più grande da 3430 mAh, mentre il Pixel 3 ha una batteria da 2915 mAh: sono entrambe batterie più potenti rispetto alla generazione precedente.

Di interessante notare che tutti e due i dispositivi godono della tecnologia di ricarica Wireless, tramite il Pixel Stand ad una potenza di 10 W.

Questo Pixel Stand ha inoltre la possibilità di far funzionare i Google Pixel 3 e Pixel 3 come se fossero dei dispositivi Google Home, come cornice fotografica e come sveglia.

La ricarica tramite cavo invece ha una potenza di 18W, potenza che permette al caricabatteria di fornire fino a 7 ore di utilizzo del telefono con appena 15 minuti di ricarica rapida.

Processore e memoria

Sia il Google Pixel 3 XL che il Pixel 3 hanno al loro interno il chipset Snapdragon 845 che funziona a frequenze leggermente più basse per aumentare l’autonomia generale.

Peccato che le versioni dal punto di vista della memoria non siano minimamente cambiate: infatti i telefoni godono sempre di 4GB di ram e si può scegliere tra 64 o 128GB di memoria interna.

Multimedialità Google Pixel 3 e Pixel 3 XL

Fotocamera posteriore

Non sembrano esserci cambiamenti dal punto di vista hardware per la fotocamera posteriore, che rimane un singolo sensore da 12,2 MP (con pixel 1.4μm) e apertura lenti f/1.8.

I cambiamenti si hanno invece dal punto di vista software grazie allo sfruttamento dell’intelligenza artificiale, dell’HDR+ e nuove modalità di scatto.

Ad esempio la modalità Top Shot grazie all’intelligenza artificiale si assicura che nella foto i soggetti siano stati messi bene a fuoco, che le persone abbiano gli occhi aperti e che stiano effettivamente sorridendo.

Poi seleziona gli scatti venuti in maniera ottimale e li propone nella Galleria di Google Foto.

C’è poi un altra modalità chiamata Photobooth che scatta automaticamente una foto quando il soggetto sorride o fa una smorfia.

Per compensare la mancanza di un teleobiettivo, sui Google Pixel 3 e Pixel 3 XL è presente la modalità software Super Res Zoom che migliora la qualità degli Zoom digitali.

In futuro arriverà anche un nuovo aggiornamento con una modalità chiamata Night Sight, che permetterà all’utente di scattare foto più dettagliate in condizioni di scarsa luminosità senza utilizzare il flash.

I video dei due telefoni vengono registrati alla risoluzione massima di 4K a 30 fps (mancano i 60fps), ma il meglio il telefono sembra offrirlo alla risoluzione FHD 1080p grazie ad una stabilizzazione ottica ottimizzata.

Fotocamere Anteriori

Per gli amanti degli scatti selfie, i due nuovi Google Pixel 3 hanno sicuramente fatto passi in avanti con la presenza di due fotocamere anteriori.

Queste fotocamere anteriori hanno un sensore da 8 megapixel, una con grandangolo di 97 gradi e una con grandangolo di 75 gradi, la prima con apertura lenti f/1.8 con autofocus, mentre la seconda con apertura lenti f/2.2 e fuoco fisso.

Entrambe le camere anteriori godono della stabilizzazione digitale delle immagini.

Audio: arrivano le Pixel Usb-c

L’audio è stato migliorato sicuramente con gli altoparlanti stereo frontali, ma non c’è più il classico jack da 3.5 mm per le cuffie.

Nella confezione di vendita gli acquirenti infatti troveranno le nuove Pixel usb-c, degli auricolari con adattamento alla porta usb Type C che hanno anche l’Assistente Google integrato.

Grazie all’integrazione dell’Assistente Google questi auricolari saranno in grado di leggere i messaggi in arrivo, comporre risposte ed eseguire traduzioni in tempo reale.

Altri dettagli, colori e il prezzo di vendita in Italia

Google Pixel 3 e Pixel 3 XL godono del classico scanner per le impronte digitali che è posizionato sulla scocca posteriore, che sarà disponibile in tre colorazioni Not Pink, Just Black e Clearly White.

Andiamo ora a svelarvi le vere note dolenti dei nuovi smartphone top di gamma di Google: il loro prezzo di listino molto elevato (sopratutto in Italia).

Sul Google Store infatti entrambi i dispositivi sono già prenotatili ad un prezzo a partire da 899 euro per il Google Pixel 3 da 4GB di ram e 64GB di rom, ed ad un prezzo a partire da 999 euro per il Google Pixel 3 XL da 4GB di ram e 64GB di rom.

Le versioni con 128GB di memoria interna salgono rispettivamente a 999 euro per il Pixel 3, e a 1099 euro per il Pixel 3 XL: tanti tanti soldi!

Lascia la tua opinione