Google Play Store implementa la gestione degli abbonamenti al di fuori delle App

Tommaso Lenci
19 Giu 2020

Il colosso americano vuole implementare una gestione diretta all’interno del Google Play Store di tutti gli abbonamenti/sottoscrizioni al di fuori delle stesse App.

Google Play Store introduce l'introduzione degli abbonamenti al di fuori delle App

Dopo aver annunciato una versione aggiornata della beta di Android 11, oggi Google ha evidenziato un’interessante novità che arriverà in futuro sul Play Store.

Sul Google Play Store è possibile gestire gli abbonamenti/sottoscrizioni dell’App senza doverle scaricare prima

Di fatto sul Google Play Store verrà implementato un sistema di gestione degli abbonamenti che potranno essere attivati anche senza scaricare l’applicazione a cui si riferiscono.

Alcune applicazioni sul Play Store stanno già testando il servizio, e alcune di queste presentano già l’opzione di provare il servizio gratuitamente dopo aver scaricato l’applicazione, o di implementare in anticipo al download alcuni servizi extra a pagamento.

Il sistema di fatto fornisce un quadro più chiaro all’utente su quali servizi a pagamento o gratuiti sono disponibili prima ancora di scaricare l’applicazione.

Si evita di fatto che l’utente rimanga in alcuni casi ingarbugliato nei vari pop-up in-App per leggere in dettaglio tutte le funzioni gratuite o quelle a pagamento con il relativo costo.

Oltre a questo l’utente potrà decidere di utilizzare direttamente il Google Play Store per controllare lo stato dei propri abbonamenti sulle varie applicazioni.

Questo si potrà fare senza entrare direttamente all’interno delle App.

La nuova opzione è stata resa disponibile grazie all’Android Billing Library versione 3 introdotta recentemente da Google.

Al momento gli utenti Android possono acquistare abbonamenti al di fuori dell’App solo da un numero limitato di sviluppatori che hanno testato la funzionalità.

Google comunque ha affermato che espanderà questa funzione per includere altri beni virtuali in futuro.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione