Hack iOS 10, ecco Il porting sullo specchio attraverso iPhone!

Silvia
30 Set 2016

Si chiama mirror ed è il nuovo Apple specchio realizzato da un designer e sviluppatore indipendente. Grazie ad uno speciale porting di iOS 10, che avviene collegando l’iPhone allo specchio e con l’aiuto di un piccolo hack che cambia la disposizione delle icone, è possibile sfruttare tutte le funzionalità del sistema operativo attraverso il vetro.

hack iOS 10

Un progetto alquanto futuristico quanto reale, a dimostrazione l’autore ha pubblicato una serie di immagini e un video che mostra lo specchio in funzione nella vita quotidiana.

Hack iOS 10 per mirror

Le caratteristiche elencate dallo sviluppatore comprendono l’aggiunta di alcune funzioni come la sospensione delle attività quando non utilizzato e la differente disposizione delle icone personalizzate:

La data e l’ora sono situate nell’angolo superiore destro e il meteo in alto a sinistra. Tutte le applicazioni possono essere spostate e posizionate ovunque sullo specchio. Dopo 45 secondi di inattività lo specchio entra in modalità sleep ed è sufficiente toccare un punto qualsiasi per riattivare il backup e riprendere l’uso. Alcune cose utili che si possono fare con questo specchio: Richiesta di Uber, guardare Netflix, leggere le notizie, controllare le lampadine e il termostato / luce intelligenti, controllare Sonos sistema di altoparlanti e altro ancora.

Attualmente non è dato conoscere altre informazioni riguardo lo sviluppo dello specchio, ma secondo gli esperti del settore, tutte queste funzioni e la disposizione delle icone potrebbero essere attivate da una speciale applicazione.

Probabilmente un domani si potrà acquistare lo specchio come un accessorio per iPhone, che collegato al dispositivo e con l’esecuzione dell’applicazione, permette di svolgere tutte le attività mostrate nel video.

La sensazione è che l’autore voglia dare visibilità al suo progetto con la speranza che qualche azienda del settore tecnologico si avvicini con interesse per avviare un produzione e finanziare la ricerca, dunque per il momento il source code rimane segreto.

Il sito ufficiale è raggiungibile cliccando direttamente qui.

Lascia la tua opinione