Honor 20 e 20 Pro sono ufficiali: prezzo e caratteristiche

Tommaso Lenci
21 Mag 2019

Ufficializzati oggi da Huawei i nuovo Honor 20 e 20 Pro due top di gamma con chipset Kirin 980 e quadrupla fotocamera posteriore: prezzo e altre caratteristiche.

Honor 20 e 20 Pro ufficiale

Huawei dopo essersi affermata come brand ottimizzato nel comparto multimediale con i suoi recenti camera phone, vuole fare lo stesso con il suo secondo brand Honor.

Honor 20 e 20 Pro ufficiali: scopriamoli insieme

Oggi l’azienda cinese ha presentato al grande pubblico i due nuovi smartphone top di gamma Honor 20 e 20 Pro.

Honor 20 Pro: i dettagli principali

L’Honor 20 Pro è il top dei due e si presenta con il comparto fotografico migliore composto da una camera principale da 48MP con apertura lenti f/1.4 e stabilizzazione ottica dell’immagine OIS.

Al sensore da 48MP Sony IMX586 si affiancano altri 3 sensori.

Il primo è il sensore grandangolare da 16 megapixel con apertura lenti f/2.2, abbiamo poi un terzo sensore da 8MP che funge da teleobiettivo con apertura lenti f/2.4 e stabilizzazione OIS.

Infine troviamo il quarto sensore che è un unità con 2MP f/2.4 per gli scatti macro.

Da sottolineare che il teleobiettivo è in grado di eseguire zoom ottici 3X e Zoom ibridi (digitali-ottici) 5X, mentre il sensore per le macro può scattare foto a fuoco ad appena 4 cm di distanza.

Ottimo anche l’angolo di visione del sensore grandangolare che raggiunge i 117 gradi.

Ovviamente non manca la fotocamera anteriore dedicata ai selfie: è posizionata nel forellino in alto a sinistra del display e ha un sensore da 32 megapixel.

La parte meno interessante dello smartphone forse è il display LCD IPS da 6.26 pollici di diagonale in formato 19.5:9 e risoluzione FHD+, che comunque grazie al forellino per la camera occupa la stragrande maggioranza della scocca.

Lo scanner per le impronte digitali non è posizionato ne sotto il display ne sulla scocca posteriore: è inserito nella scocca laterale.

Passando al processore Honor 20 Pro monta il chipset Kirin 980, il top di gamma di Huawei, abbinato a 8GB di ram e ben 256GB di memoria interna.

Questo Kirin 980 grazie alla doppia unita NPU riesce a gestire in maniera veloce l’intelligenza artificiale da utilizzare con la fotocamera, sopratutto nella modalità Super Night AIS per gli scatti in scarse condizioni di luminosità.

A livello di connettività abbiamo i classici Wifi, Bluetooth, la porta usb type C e c’è anche il sensore ad infrarossi, mentre la scocca dalle dimensioni di 154.6 x 79.97 x 8.44 mm 8.44 mm (182 grammi) racchiude la batteria interna da 4000 mAh.

La batteria in questione supporta la ricarica rapida alla velocità massima di 22.5W, questo significa che il telefono si ricarica al 50% in appena 30 minuti.

Honor 20 Pro avrà un prezzo di listino pari a 600 euro sul mercato europeo.

Honor 20: le principali caratteristiche e differenze con 20 Pro

Il secondo smartphone presentato è l’Honor 20 normale che si differenzia rispetto alla versione Pro per alcuni aspetti dal punto di vista hardware.

La differenza principale la troviamo nella fotocamera principale da 48MP, che adesso ha un apertura lenti f/1.8 e non gode della stabilizzazione OIS.

Rimangono i sensori grandangolari da 16MP e il sensore per le macro da 2MP, ma non troviamo più il teleobiettivo da 8MP che viene sostituito da un sensore per gli effetti di profondità.

Troviamo la stessa camera anteriore selfie nel forellino, lo scanner per le impronte digitali posizionato sulla scocca laterale e lo stesso display LCD IPS da 6.26 pollici di diagonale.

Rimane il chipset Kirin 980 che però viene affiancato da 6GB di ram e 128GB di memoria interna.

L’Honor 20 ha dimensioni più compatte dato che è spesso 7.87mm invece degli 8.44mm del modello Pro, ma ha una batteria leggermente meno potente da 3750 mAh.

C’è sempre il sopporto alla ricarica rapida fino a 22.5W.

Il prezzo del modello 20 normale scende: ci vorranno circa 500 euro per acquistarlo in Europa.

Altre cose in comune tra i due dispositivi sono l’assenza del jack da 3.5mm per le cuffie e il fatto che utilizzano un sistema di virtualizzazione dell’audio 9.1 surround.

Come sistema operativo entrambi gli smartphone debuttano con Android Pie 9.0 personalizzata con l’interfaccia Magic 2.1 UI

Lascia la tua opinione