Huawei Mate 20 Lite nuovo aggiornamento firmware di febbraio 2019: i dettagli

Tommaso Lenci
1 Feb 2019

Huawei Mate 20 Lite sta ricevendo un nuovo aggiornamento firmware per la versione no Brand: ecco i dettagli sulle novità del software.

Huawei Mate 20 Lite aggiornamento febbraio 2019

Se possedete un Huawei Mate 20 Lite No Brand, quindi non acquistato tramite un operatore telefonico, vi segnaliamo che l’azienda cinese ha rilasciato nelle ultime ore un nuovo aggiornamento firmware.

Huawei Mate 20 Lite si aggiorna a febbraio 2019: i dettagli sul nuovo firmware

Il firmware in questione ha seriale-build SNE-LX1 8.2.0.140(C432), il software si basa ancora su Android Oreo 8.1 e l’interfaccia personalizzata è la Emotion 8.2.

Da quello che possiamo leggere dal change-log ufficiale, l’aggiornamento in questione ha sostanzialmente l’unico scopo di installare le più recenti patch di sicurezza rilasciate da Google nel mese di gennaio 2019.

Oltre a questo il change-log parla dei classici miglioramenti prestazionali e della stabilità generale del sistema operativo.

L’aggiornamento in questione al momento è scaricabile tramite la classica modalità OTA (over the air) sfruttando una connessione Wifi o la banda 3G-4G del vostro smartphone se avete Giga a disposizione.

Se non avete ricevuto ancora la notifica di aggiornamento sul vostro Mate 20 Lite No Brand, potete controllare personalmente entrando nel menù impostazioni->info telefono->aggiornamenti.

Dopo aver ricevuto la notifica è consigliabile effettuare un eventuale backup dei dati più importanti che avete salvato nella memoria principale del vostro smartphone.

Inoltre prima di installare il nuovo firmware, controllate che il vostro Huawei Mate 20 Lite abbia a disposizione almeno il 50% di carica della batteria residua.

Molto probabilmente nei prossimi giorni lo stesso aggiornamento con le patch di sicurezza di gennaio 2019 sarà disponibile tramite modalità OTA anche per le versioni brandizzate del Mate 20 Lite.

Ovviamente le tempistiche varieranno da operatore ad operatore.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione