Huawei P Smart 2018 si aggiorna con Android Pie ed EMUI 9.1

Tommaso Lenci
12 Giu 2019

A metà giugno 2019 Huawei P Smart 2018 sta iniziando a ricevere il nuovo aggiornamento software alla nuova interfaccia EMUI 9.1 basato su Android Pie 9.0: i dettagli.

Huawei P Smart 2018 Android Pie e EMUI 9.1

Buone notizie per tutti coloro che hanno acquistato un P Smart 2018 di Huawei.

Infatti da oggi l’azienda cinese ha iniziato il rilascio di un nuovo aggiornamento firmware molto atteso.

Huawei P Smart 2018: ecco l’aggiornamento ad Android Pie 9.0 e EMUI 9.1 in Italia

Il firmware in questione ha seriale-build FIG-LX1 9.1.0.115 (C432E5R1P3) e come avete già capito porta in unica volta sia Android Pie 9.0 che l’interfaccia EMUI 9.1.

Un salto piuttosto importante considerato che l’Huawei P Smart 2018 era fermo ad Android Oreo con interfaccia EMUI 8.0.

Oltre al passaggio da Android Oreo ad Android Pie 9.0 nel telefono vengono installate le patch di sicurezza che sono state rilasciate da Google nel mese di maggio 2019.

Si tratta quindi di un importante aggiornamento di sistema, considerato anche il fatto che l’aggiornamento ha un peso di ben 3.05 GB e al momento potete scaricarlo tramite la classica modalità OTA (over the air).

Se non avete molti Giga a disposizione sul vostro profilo tariffario mobile, vi sconsigliamo l’utilizzo della banda 3G-4G del telefono per scaricare l’aggiornamento.

Consigliamo caldamente l’utilizzo di una connessione Wifi.

Nel caso in cui non abbiate ricevuto ancora la notifica di aggiornamento, vi consigliamo di controllare manualmente entrando nel menù impostazioni->info telefono->aggiornamenti.

Ricevuto la notifica consigliamo di effettuare un backup completo dei dati salvati su smartphone e di iniziare la procedura di aggiornamento solo se la batteria è pari o superiore al 50%.

I primi utenti che hanno già effettuato l’aggiornamento, parlano di un Huawei P Smart 2018 con un esperienza d’uso migliorata sopratutto nelle prestazioni.

Si annoverano commenti positivi su un consumo di memoria ram minore e sopratutto animazioni di sistema più fluide e veloci.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione