Huawei P30 Pro vs test tortura: come se la cava il top di gamma cinese?

Tommaso Lenci
20 Apr 2019

Il top di gamma Huawei P30 Pro è stato sottoposto al classico test tortura con graffi, fuoco e piegatura: ecco il video che mostra come si è comportato lo smartphone.

Huawei P30 Pro test resistenza graffi, fuoco e piegatura

Questa volta il famoso youtuber YerryRigEverything ha preso sotto mano il nuovo smartphone top di gamma Huawei P30 Pro è l’ha sottoposto al suo classico test di tortura.

Huawei P30 Pro: come se la cava contro graffi, fuoco e test piegatura? Il video

Il P30 Pro infatti è stato oggetto di graffi, ha sopportato la fiamma di un accendino e ha subito la pressione della piegatura.

Ma come è andata a finire? Potete vedere il video in fondo all’articolo ma noi vi diamo qualche anticipazione.

L’Huawei P30 Pro gode di una protezione frontale e posteriore con vetro che gli permette di resistere a graffi con punte di livello 5/6 e iniziare a subire qualche danno da punte livello 6/7: lo standard per la maggior-parte dei top di gamma.

Ben protette dai graffi sono le fotocamere, sia quella anteriore nella tacca a goccia, che quelle posteriori (ben quattro sensori).

Si può graffiare più facilmente il bordo del telefono dato che quest’ultimo non ha protezione in vetro ma è in alluminio verniciato.

La prova del fuoco mette in evidenzia il tipico problema (se lo vogliamo classificare così) dei display Super Amoled.

Infatti il display se sottoposto a fiamma per un certo periodo di tempo non torna più normale, dato che rimane un’alone bianco sul pannello.

Infine il test della piegatura viene pienamente superato dal P30 Pro che dimostra di avere una solidità molto elevata, superiore anche ad altri top di gamma.

Lascia la tua opinione