Huawei: stop ad aggiornamenti Android e Play Store! Google l’ha sospesa

Tommaso Lenci
20 Mag 2019

Secondo recenti fonti dagli Stati Uniti, Google sarebbe in procinto di escludere dal panorama Android e dal Play Store gli smartphone e i tablet di Huawei. (articolo aggiornato)

Huawei potrebbe essere esclusa da Android: Google sta decidendo

Se siete possessori di uno smartphone Huawei o Honor potrebbe gelarvi il sangue sapere che Google potrebbe eseguire una vera e propria decapitazione dell’azienda cinese dall’ecosistema Android.

Huawei potrebbe essere esclusa dal mondo Android: Google ci sta seriamente pensando (aggiornato)

Aggiornamento last minute: Google ha effettivamente sospeso l’attività commerciale con Huawei, fino a che non verrà tolta dalla blacklist americana.

Fine aggiornamento last minute.

La famosa e molto accreditata testata giornalistica americana Reuters ha affermato che Google è in procinto di escludere Huawei da alcuni settori del proprio business, dopo la black-list presentata dal presidente americano Trump giovedì scorso.

Si tratterebbe di settori che riguardano attività commerciali tra le due aziende, ad esclusione di attività con hardware e software coperte da licenze open-source.

Al primo impatto questo significa che tutti i dispositivi mobili Huawei e Honor potrebbero perdere a breve l’accesso a tutti gli aggiornamenti software di Android, e la possibilità di inserire il Google Play Store e i servizi Google, tra cui App come Gmail, sui futuri prodotti.

Questa scelta segnerebbe di fatto un forte arretramento di Huawei nell’olimpo dei produttori di smartphone, tanto che il fondatore e amministratore delegato Ren Zhengfei parla di cali di redditività nell’immediato di oltre il 20%.

La scelta del presidente americano Trump dipenderebbe sostanzialmente nel rilanciare l’economia americana danneggiando possibilmente l’import di prodotti di paesi concorrenti come la Cina.

Considerato che Huawei è uno dei principali artifici della produzione di modem e hardware per la connettività 5G, è diventata simbolo della sfida tecnologia tra i due paesi.

Un azienda che è stata colpita in passato da un emendamento simile è stata la società cinese ZTE che fino all’esclusione dal mercato americano era il quarto venditore-produttore di smartphone in quel paese.

Nessuno sulla carta si aspettava una mossa così repentina da parte di Google, ma se questo accadrà il produttore Huawei si troverà in grossi problemi, sopratutto con i prodotti più vicini all’uscita come gli Huawei Mate 30.

Lo scontro con Google e la perdita di Android: l’azienda cinese ha già alternative?

Alcune voci dicono comunque che Huawei abbia già pensato da un po’ di tempo l’arrivo di quest’eventualità.

Se infatti ad oggi l’azienda cinese produce i propri chipset Kirin tramite la partnership con TSMC, sembra che stia lavorando anche ad un alternativa software al sistema operativo Android.

Ovviamente Huawei non è intenzionata ad utilizzare questa risorsa, che potrebbe essere ancora immatura, ma continuare ad utilizzare per il più tempo possibile il sistema operativo di Google.

Bisognerà aspettare ancora un po’ di tempo e ne sapremo di più nei prossimi giorni.

Fonte: Via1 e Via2

Lascia la tua opinione