iPhone 7: ecco quanto costa ad Apple costruirne uno!

Tommaso Lenci
20 Set 2016

Ecco svelati, ovviamente in maniera approssimativa, i costi che sosterebbe Apple per produrre un iPhone 7, componente per componente.

iPhone 7 stima costi produzione

A pochi giorni dalla commercializzazione ufficiale dell’iPhone 7 forse alcuni di voi si saranno chiesti quanti soldi Apple guadagna per ogni singolo dispositivo venduto, considerato il prezzo di vendita abbastanza alto sopratutto in Italia.

Ebbene il sito specializzato CNN Money ha stimato, in via approssimativa ma plausibile, quali sono i costi sostenuti dall’azienda di Cupertino per poter assemblare/produrre un esemplare funzionante di iPhone 7.

Quanto ha inciso il nuovo chipset A10 Fusion, l’impermeabilità, il nuovo comparto fotografico sul costo totale?

iPhone 7 i costi dei componenti hardware più importanti

Possiamo rispondervi semplicemente elencando i presunti costi dei principali componenti:

  • Il display da 4.7 pollici di diagonale LCD Retina, che vi ricordo è più luminoso rispetto a quello dell’iPhone 6S, costa ad Apple circa 37 dollari americani;
  • La batteria interna circa 4 dollari;
  • La camera anteriore da 7 megapixel per selfie e quella posteriore da 12 megapixel costano 26 dollari;
  • La scheda madre dell’iPhone 7 comprensivo del chipset A10 ha un costo complessivo di 74 dollari;
  • L’altoparlante ha un costo di 11.50 dollari;
  • L’involucro ha un costo di 22 dollari;
  • Tutti i restanti componenti hanno un costo complessivo di 117.50 dollari.

Sommando tutti i costi dei vari componenti un iPhone 7 da 128GB dovrebbe venire a costare ad Apple circa 290 dollari americani, quando è venduto sul mercato USA ad un prezzo di 750.

Questo significa che Apple ha un ricarico sul costo di produzione più che doppio, dato che i costi ammontano a poco più del 39% del potenziale ricarico delle vendita.

Ovviamente non vengono considerati altri costi che influiscono sulla redditività di un azienda, come quelli di manodopera, finanziari, di marketing, amministrativi, distributivi-commerciali.

Sta di fatto comunque che Apple continua ed essere una delle aziende con i ricarichi più elevati al mondo, considerato che stiamo parlando di prodotti tecnologici dove la concorrenza è sempre agguerrita.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione