iPhone 7 vs Galaxy Note 7 test velocità azioni reali: il video confronto

Tommaso Lenci
19 Set 2016

Video confronto tra Apple iPhone 7 e Samsung Galaxy Note 7: chi dei due offre sulla carta l’esperienza d’uso più veloce nell’apertura, chiusura di applicazioni e nel multitasking?

iPhone 7 vs Galaxy Note 7

Tra top di gamma molto speso oltre alla scheda tecnica e al design, molti utenti prima di decidere un acquisto vogliono avere rassicurazioni sulla velocità effettiva del dispositivo che potrebbero comprare.

Non potevamo segnalarvi un video confronto tra l’Apple iPhone 7 da 4.7 pollici e il Samsung Galaxy Note 7, si proprio lui il phablet che avuto problemi alla batteria e che sarà ri-commercializzato dall’azienda coreana a partire dal 28 settembre 2016.

iPhone 7 vs Galaxy Note 7: il confronto velocità

Dato che originariamente il Note 7 è nato per essere uno dei principali concorrenti diretti dei nuovi iPhone 7, il confronto si fa più interessante anche perché mette a confronto due sistemi operativi: iOS 10 e Android Marshmallow 6.0.2 (anche se in casa Google siamo arrivati a Android Nougat 7.0).

Ovviamente un vero confronto si deve fare analizzando il comportamento dello smartphone nelle azioni comuni compiute da un utente, per questo il test prevede l’esecuzione e chiusura di certe applicazioni, video game etc comuni ad entrambi i sistema operativi.

In totale verranno caricate e chiuse 14 applicazioni nel primo giro di test, e successivamente quest’ultime saranno ricaricate una seconda volta per capire come i vari telefoni gestiscono la memoria ram: ovviamente chi prima finisce i due giri vince.

Dal punto di vista strettamente hardware vi ricordiamo che l’iPhone 7 ha un display da 4.7 pollici con risoluzione HD, chipset quad-core A10 Fusion e 2GB di memoria ram DDR4.

Samsung Galaxy Note 7 ha un display da 5.7 pollici con risoluzione QHD 2560 x 1440 pixel (quindi più poligoni da gestire), un chipset Octa-Core a 64Bit Exynos 8890 e 4GB di memoria ram DDR4.

Il test mette in evidenzia che ormai iOS 10 è talmente ben ottimizzato con il nuovo chipset A10 (sulla carta decisamente più potente di Exynos 8890), che impiega a completare i due giri di test in un tempo dimezzato rispetto al Galaxy Note 7.

iPhone 7 finisce il test in poco più di 1 minuto e 40 secondi, mentre il Galaxy Note 7 impiega oltre 3 minuti.

Conclusioni sul test: il perché delle differenze

La differenza sembra essere dovuta ad una potenza di elaborazione migliore sul chipset A10 (ad esempio nell’applicazione di Lasping Video), e nel fatto che iPhone 7 pur avendo solo 2GB di memoria ram riesce a mantenere tutte e 14 le app già pronte per l’uso durante il secondo giro.

Il Galaxy Note 7 invece pur avendo 4GB di memoria ram non riesce a gestire bene tutte e 14 le applicazioni dato che alcune si devono ricaricare da capo e non vengono mantenute disponibili in memoria ram, allungando così i tempi di caricamento generali.

Tali differenze ovviamente non vanno imputate solo all’hardware dei dispositivi analizzati, ma anche sul fatto che iOS 10 è meglio ottimizzato e sviluppato apposta per supportare l’hardware ufficiale di Apple, mentre Samsung deve utilizzare un OS di terzi (Google) e adeguarsi ad esso.

Lascia la tua opinione